Make in Nugoro! E’ partito un Fab Lab nel cuore della Sardegna

Rientro da Nuoro, dove ho avuto il piacere di veder nascere un Fab Lab nel centro della Sardegna, in mezzo alle quattro Barbagie, creato per iniziativa della Camera di Commercio di Nuoro e fortemente spinto dall’amico Nicola Pirina. Un progetto nato dalla vision del Presidente di Camcom, Agostino Cicalò, dopo un percorso che ha portato in modo unanime l’intera giunta camerale e quindi le categorie fondamentali di un tessuto di oltre 25.000 imprese a sposare il progetto.

La terza rivoluzione industriale sta arrivando e stiamo passando, come insegna l’amico Amleto Picerno Ceraso, fondatore del primo Fab Lab del Sud Italia, da un’economia in cui le aziende vanno alla ricerca del lavoro a basso costo ad una in cui comincia a pesare la possibilità di trovare eccellenza, artigianalità, creatività e capacità di progettare ‘a basso costo’.

La fabbricazione digitale è destinata a ridisegnare i poli di eccellenza nella capacità di fare oggetti e macchinari utili, funzionali, affidabili, belli ed ergonomici. Roba in cui il concetto di ‘Made in Italy’ è ancora – nonostante tutto – uno statement forte, chiaro, distintivo. Sarà una trasformazione orizzontale che cambierà molte cose dentro e fuori all’azienda. Ma la cosa interessante è che proprio questa trasversalità, richiederà ad ogni territorio di interpretarne al meglio il concreto potenziale di impatto sulla competitività.

Per questo da oggi inizia la fase 1 di Make in Nuoro: è iniziata la mappatura del territorio ed una serie di attività che si nei prossimi mesi porteranno la Camera di Commercio ed il suo staff ad identificare le aree di opportunità per collegare il tessuto delle aziende esistenti alle attività del FabLab. Se conoscete una delle 25.000 aziende nel Nuorese che possono usare il FabLab, con questo modulo che possono compilare online, lo staff della Camera avrà a disposizione tutti gli input necessari per progettarlo nel modo più idoneo. Questa fase consentirà anche di identificare le macchine necessarie e le attrezzature di cui dovrà essere dotato, affinchè possa essere uno strumento di crescita per le aziende e per tutto il territorio.

E questa Primavera, nella terra di Nugoro, verrà piantato un seme. Stasera al rientro verso l’aeroporto di Olbia, la Sardegna ci ha salutato così. Un buon segno.

Make in Nugoro


Maker Faire Europe 2013 a kind of magic happened in Rome


Maker Faire Europe a Roma: prima edizione col botto

Si è conclusa la prima Maker Faire Europe di Roma, con un successo al di là di ogni aspettativa. La ressa di gente era talmente tanta, che ad un certo punto Domenica i vigili hanno dovuto bloccare l’ingresso al pubblico. In questa foto si può avere un’idea di cosa stiamo parlando in termini di partecipazione.

maker faire rome


Techgarage Makers Edition domani a Roma

Parte col botto la Maker Faire: oggi Intel ha annunciato Galileo: una scheda Intel basata su Arduino, completamente open source. Nei prossimi mesi 50.000 Galileo verranno inviate gratuitamente a 1.000 scuole in tutto il mondo! Un grande passo avanti per la diffusione della tecnologia ‘Made with love in Italy’ da Massimo Banzi e la sua crew di sviluppatori open source.

Domani dalle 15 alle 19 sul palco della Maker Faire Europe di Roma ci saranno 10 startup del mondo makers, emerse dal tour della Primavera. Presenteranno il proprio pitch davanti ad un pubblico di investitori, imprenditori, VC, giornalisti, blogger e rappresentanti istituzionali.

Durante l’evento coordinato da  Riccardo Luna, si alterneranno le testimonianze di Dale Dougherty  “The Business of Making”, Stefano Micelli, “Futuro Artigiano”  Mathilde Berchon, “How to build a maker”, e lo startupper Luciano Belviso.

Queste le startup che presenteranno al Techgarage Makers Edition di domani:

IAQY – Green House, Domenico Marsella
IAQY è un sensore analogico in grado di monitorare le sostanze inquinanti in ambienti chiusi. La visualizzazione real time dei valori rilevati avviene attraverso web e mobile apps. La progettazione di un database scientifico, costruito tenendo conto della relazione piante/inquinanti/malattie, permetterà, attraverso un nostro algoritmo intelligente, di suggerire quali piante depurano il particolare inquinante.  La realizzazione di una rete di vivai permetterà lo sviluppo di una vetrina e-commerce, attraverso il quale il cliente potrà acquistare la propria pianta comodamente con un solo click.

Glowarp, Donato Maniello
Aggiungiamo alla comunicazione una dimensione in più che è quella emozionale, seducendo con l’illusorietà della terza dimensione, trasformando qualsiasi superficie in un display dinamico attraverso la tecnica del video mapping. gloWArp.com si configura come uno studio che offre possibilità di creare comunicazione innovativa in modo eco sostenibile.

Some, Daniele Mazzei
Thanks to an Arduino microcontroller board, it can read various sensors, controls motors, lights, and other objects, connecting to internet to read user’s Facebook, Twitter, Google etc. The philosophy behind #SOME concerns open-hardware, open electronics e software opensource. È una piattaforma per la realizzazione sdi “social, smart objects” con l’obiettivo di permettere a chiunque di realizzare e personalizzare il proprio oggetto.

Smart Shell, Paolo Cascone
Ecologic Habitat

MakeTank, Laura De Benedetto
MakeTank (www.maketank.it) è il marketplace dei Maker europei, il punto d’incontro tra artigianato tradizionale, design autoprodotto e tecniche di Digital Fabrication (stampa 3d, taglio laser, open hardware, ecc.). MakeTank Srl è una startup innovativa con sede a Firenze che vende Digitally Crafted Design in tutto il mondo.

Thingarage, Antonello Balestrieri
Thingarage is a crowdsourcing project designed to create 3D objects aimed to 3D printing. It’s not about to make object, but to give life to ideas!

MARing, Michele Roselli

Anello salvavita per donne, dotato di localizzatore in grado segnalare emergenze ed aggressioni.
Idalian – Italian Identity, Gianmarco Covone
Piattaforma (fisica e virtuale) che unisce la domanda di innovazione delle imprese con l’offerta d’innovazione di makers e talenti creativi.

Besos, Luigi Cerfeda
Bio Engineering BESOS aims to create an open platform to make the basis of a new era of open source biomedical products in order to boost the revolution of Human-Machine Interface towards the Natural User Interface.The idea is to make analog front-end devices for bioelectrical signals acquisition as plug-in and user-friendly shields for Arduino platforms.

MIDOmet, Miriam Surro
MiDoMet è un sistema completo di telelettura basato su un dispositivo autoalimentato e versatile, integrabile con gli attuali contatori allacciati alla rete idrica, del gas e dell’energia elettrica.

AirQ Networks, Francesco Vitobello
AirQ Networks è un’azienda che produce sistemi di controllo e gestione wireless, sensori wireless di temperatura, umidità e pressione, oltre a schede di controllo con relè ed ingressi. Tutti i sistemi AirQ Networks sono controllabili da Internet e non richiedono l’uso di PC.

Prototype Factory, Davide Bertella
Un laboratorio, una fucina di idee e di sperimentazioni, che spazia dalla creazione di bigiotteria ed oggetti in diversi materiali (legno, plexiglas, cuoio, tessuti ecc…) al design di pezzi unici d’arredamento, avvalendosi di macchinari di ultima generazione per il taglio laser e la prototipazione rapida.

Open source furniture for creative space, Stefano Guerrieri
Il progetto tratta lo sviluppo di una linea d’arredo per interni. Nasce dalla passione per l’arredo ed il design made in Italy e si inserisce grazie  alla particolare tecnica con cui è realizzato in un contesto tecnologico ed ecologista. L’idea è sviluppata rispettando solide caratteristiche progettuali che ne identificano il valore in termini di Brand e potenzialità marketing, spendibili sul mercato perchè fortemente riconoscibili nel prodotto finito. Il prodotto è realizzato con tecnologie di prototipazione e realizzazione digitali, risorse hardware e software Common Creative ed Open Source, materiale a km0, minimo scarto delle materie prime e materiali riciclabili. La linea d’arredo comprende scrivanie, tavoli riunione, plafoniere, librerie etc. Il prodotto può essere realizzato su ordinazione e personalizzato: viene venduto come prodotto finito, ma il progetto è disponibile in modalità Common Creative per poter essere sviluppato nelle community on-line.

Edrive, Diego Colombo 

Milkyway, Jacopo Vigna
MilkyWay is an innovative company providing action sports lovers with the possibility to get into action/ by purchasing a selection of the best gear available in the market.

Paraimpu, Antonio Pintus, Andrea Pira
Paraimpu is a social tool with the aim to allow people to connect, use, share and compose Things, Services and Devices to create personalized applications in the Web of Things

Slowd, Andrea Cattabriga
Slowd è il nuovo sistema di produzione e distribuzione del design. E dove trovare i prodotti migliori e a km 0.

Off Grid, Emiliano Cecchini 

Casa totalmente autonoma e ‘offgrid’

Voltaide, Filippo Sala

Sistema di monitoraggio e accumulo di energia distribuito.

Ci si registra qui.


Maker Faire Europe: il futuro inizia tra una settimana a Roma

Ci siamo, la prossima settimana si terrà la prima Maker Faire Europe a Roma, dal 3 al 6 ottobre al Palazzo dei Congressi dell’Eur. La Maker Faire sarà la più grande esposizione europea sulla creatività e la manifattura digitale, sui makers e le tecnologie di fast prototyping e stampa 3D. Curata dal direttore di StartUpItalia Riccardo Luna e dal fondatore di Arduino, Massimo Banzi, Radunerà oltre 200 progetti provenienti da tutto il mondo, consentendo ai visitatori di partecipare a decine di workshop, conferenze e performance dal vivo. Da non perdere, giovedì 3 ottobre, è la conferenza inaugurale “How to reMake the world”, presentata da Riccardo Luna (registrati online per partecipare gratuitamente).

Il 4 Ottobre Dale Dougherty, fondatore di Make Magazine (pubblicazione di riferimento del settore) e Riccardo Luna saranno al Techgarage Makers Edition. Nell’evento le 10 più interessanti startup di makers selezionate durante il Barcamper Tour in Europa presenteranno il loro progetto e business plan ad investitori ed interessati a questo nuovo settore industriale.

Tutte le info, il programma e la possibilità di acquistare i biglietti sul sito.


Magliette spray


Mediterranean FabLab

Meedarch ha fondato il secondo FabLab ufficiale in Italia nella bellissima Cava dei Tirreni. Animato da Amleto Picerno Ceraso appassionato ed esperto di computational design e digital fabrication. Ecco un lab da cui è nata una struttura autoportante in cartone ondulato che consente ad esempio con un costo di poche centinaia di euro di costruire ad esempio uno stand.