Open data nella pubblica amministrazione Italiana oggi

Non lo sapevo, ma sono già quasi 1.000 i dataset rilasciati dalle varie amministrazioni pubbliche in forma di open data. Sul sito dati.gov.it oltre ai dataset, è possibile accedere a centinaia di applicazioni che sono state create partendo dagli stessi. Ben fatta anche la sezione che spiega tutto sugli open data e sulle licenze di utilizzo e una interessante infografica sull’andamento del fenomeno open data in Italia (oltre 6.000 dataset disponibili ad oggi, ISTAT in primis da sola rilascia 600).Per fare un paragone, sul sito data.gov risultano 73.000 dataset resi disponibili dalla amministrazioni US.


Don’t miss this TED

If you have missed this talk, don’t. This is stuff to see. Roger McNamee about technology trends.

BTW: congratulation for the great TEDx in Firenze last weekend!


The geospatial revolution


Come accendere i neuroni

Ted talk, jaw-dropping.

http://video.ted.com/assets/player/swf/EmbedPlayer.swf


Benvenuti nel Grand Hotel di Hilbert

C'è un hotel straordinario in cui c'è spazio per tutti. E' l'hotel infinito del milleunisimo viaggio di Ion il Tranquillo. Il Paradosso del Grand Hotel è un celebre paradosso inventato dal matematico David Hilbert per mostrare alcune caratteristiche del concetto di infinito, e le differenze fra operazioni con insiemi finiti ed infiniti. Hilbert immagina un hotel con infinite stanze, tutte occupate, ed afferma che qualsiasi sia il numero di altri ospiti che sopraggiungano, sarà sempre possibile ospitarli tutti, anche se il loro numero è infinito.

Ecco come Stanislaw Lem racconta il funzionamento dell'hotel:http://www.itismattei.it/mate1/racconti/hotel.pdf

Fa il paio con un pezzo di Tenebras di Davide Catinari. 


La transizione social della comunicazione

Con diversi amici ho scommesso una pizza, da riscuotersi nel 2015. Dico che Facebook a parità di tempo impiegato diventerà più grande e più profittevole di Google. In altri termini, se dopo dieci anni dallo startup, mettendo allo stesso tempo zero la lancetta, tracceremo i grafici di ricavi e profitti delle due aziende, ci troveremo una situazione in cui la curva di Facebook rispetto a quella di Google sarà più ripida e più ciccia.

Chissà – magari perderò la pizza – ma sono convinto che l’impatto dei social media sulla comunicazioni sarà di quello di una profonda trasformazione del settore. E in questo contesto quelle aziende che saranno in grado di comprendere questi fenomeni ed il loro impatto sul proprio business vinceranno introducendo nuove pratiche di successo sul mercato.

Fenomeni recenti nel retail come l’impressionante esplosione dei ricavi di GroupOn e di VentePrivee in Francia, e delle decine di aziende che sono partite su questi spunti negli ultimi due anni, ci dicono che qualcosa sta succedendo nella società e nei consumatori. La socializzazione digitale sta diventando per centinaia di milioni di persone il brodo in cui avviene oggi ‘la comunicazione’ ma anche l’acquisto.

Occupandomi di startup nel settore di Internet, mi trovo nella fortunata posizione di ascoltare talvolta idee brillanti per affrontare queste tematiche. Oggi i brand ‘consumer facing’ si trovano faccia a faccia con milioni di consumatori. In questo brodo è la viralità e la condivisione che dettano l’agenda informativa e la rilevanza dei contenuti, la loro comunicazione, rispetto alla percezione e l’esperienza diretta con servizi, prodotti, aziende e brand.

Sono uno dei 2.474.595 (ad oggi) amici, della Fan Page ufficiale di Nutella (un like automatico, come la mamma e la banda larga). Per la quale esistono anche molteplici gruppi di fan non ufficiali. Entrare nel club è semplice quanto cliccare il pulsantino e da qual momento Ferrero ha un canale aperto con me e può sapere di me più di mia mamma. I suoi 2,5 milioni di amici, interagiscono con almeno 100 di persone di media. Magari 5-6 ore la settimana.

Tutto questo è molto bello, ma come governare la comunicazione in un contesto di questo tipo, nel quale di fatto sto interagendo con un bacino di più o meno 247.459.500 di persone ed una massiccia nonché intricata mole di dati?

Come gestire la viralità in questo contesto? Come attivare conversazioni positive e condisione senza fare spam e generare un ritorno negativo? Come comunicare, fare marketing, customer care, trovare clienti in un contesto di questo tipo? Come utilizzare i centinaia di data-point che emergono dal grafo sociale che Nutella esprime su una piattaforma come Facebook?

Questi sono alcuni dei temi che brand e comunicatori digitali dovranno affrontare nei prossimi anni, in un ecosistema di attori, tecnologie ed innovazioni in continuo cambiamento. Tra le startup in queste aree con cui collaboro ho potuto vedere sul campo la potenza ed efficienza di operazioni condotte da grandi brand nel social media marketing. Utilizzando creativamente grandi piattaforme sociali come Facebook, Twitter, YouTube, oltre alle tecniche più sofisticate per sfruttare Google e le sue mille applicazioni. Ma anche startup nel campo del social crm, del crowdsourcing, nel data drilling del grafo sociale, nella generazione di lead commerciali e così via. Temi fortemente connessi tra loro.

Se nella prima onda di Internet la comunicazione è diventata digitale, nella seconda per come la vedo io diventerà fortemente sociale.

Sarà bello comunque eventualmente parlarne davanti a una pizza nel 2015.

 


Ripensare all’educazione

Uno dei temi più importanti di ogni società e particolarmente quella Italiana oggi è quello dell'educazione, lo dico da neo-padre che solo ora sta cominciando ad entrare in contatto con il sistema. E' anche un tema molto discusso su Ted. In questo talk di Khan, fondatore di Khan Academy è un buon punto di partenza per riflettere.

http://video.ted.com/assets/player/swf/EmbedPlayer.swf


Appuntamento per i developer a Roma il 5 Marzo: Codemotion 2011

Codemotion, da quattro anni uno degli eventi di riferimento per developer e geeks all'Università Roma 3, (l'evento è gratuito). Tanto per dire che qui non si pettinano le bambole ecco la lista dei talk, con gli argomenti di cui si parla:

 

 "AVANTI", il più importante progetto di recruitment ICT in Italia: 1.300 assunzioni entro il 2012 nei settori AlmavivA ad alta innovazione tecnologica
 A Software Factory in a Box
 aizoOn: la Consulenza Tecnologica specialistica in ICT ed Engineering
 Application Security for the masses
 Applicazioni usabili 2g, problemi e soluzioni
 Augmented Reality: guardare il mondo da un altro punto di vista
 Cards up in the clouds
 Cloudlets: a faster way to create business applications in the cloud using UML and model-driven code generation
 Comet / WebSocket Web Applications
 Continous monitoring con Hudson, Jmeter e iPhone
 Cucumber and Webdriver: writing testable User stories
 Database NO-SQL: Anything else ?
 Develop multi-screen applications with Flex
 Distributed Programming with GridGain and Scala
 Enterprise ASP.NET Web Forms 4.0
 GIT: a Gentle InTroduction
 Hacking @ school: Sviluppo di applicazioni e visualizzazioni educative con Processing
 Hacking Infinispan: the new open source data grid meets NoSQL
 HTML 5 demistified
 HTML5 Up and Running
 Il Social Networking incontra il Business Process Management in IBM Blueworks Live
 Introduction to Mobile Development with jQuery Mobile
 Introduzione a MacRuby
 Is my web application secure? OWASP Top Ten Security Risks and beyond
 Java OS-less: JRockit Virtual Edition
 JavaEE and Google AppEngine
 JavaScript survival guide for Static Developers
 La forza degli User Group: Più formazione, pizza e birra per tutti
 L'approccio Open Source di Top-Network
 L'Azienda Oracle
 LINQ come non lo avete mai visto
 Linux GUI Programming con PyGTK e Glade
 Maze Enterprise: front-end e back-end. Trova la miglior soluzione!
 Measuring Programming Language Popularity, and Why it Matters
 MongoDB DocumentDB NoSQL
 Monitorare le applicazioni: costruire un agent plugin per líintrospezione del byte-code
 Museo Torino – un esempio reale d'uso di NOSQL-GraphDB, Linked Data e Web Semantico
 Open-Services for Lifecycle Integration – integrating the development tool silos
 Pacchi e pacchetti. Introduzione al packaging RPM
 Perchè potresti aver bisogno di un database NoSQL anche se non sei Google o Facebook
 Physics in Android games
 PostgreSQL: il database Open Source di fascia Enterprise piu' avanzato al mondo
 Presentiamo Solving Team, una "geek company"
 QuadraSpace: un protocollo aperto per la Internet of Things
 Ragdoll Blending con HAVOK: la fisica di un picchiaduro
 REST in peace
 Samsung bada. Invitation to Adventure
 Samsung Electronics
 Scrumban – una fusione di metodologie
 Serious Fun: cosa facciamo su Open Source, Mobile, Agile, Semantic Web…
 Sogetel: Chi siamo
 Sopravvivere felicemente ad un anno e mezzo di sviluppo Android
 Stato dell'arte del Mobile Game Programming: pubblicare un gioco sugli app store in pochi giorni
 Sviluppare in Python, un passo verso la libertà
 Sviluppare Indie Games su Xbox360 con C# e XNA Game Studio
 Sviluppare plugin per google Chrome
 Sviluppo di applicazioni modulari e interoperabilità tra le applicazioni
 Sviluppo di giochi indipendenti multi-piattaforma
 Sviluppo e deployment cross-platform: Dal mobile alla Tv
 TDD da un capo all'altro
 Tecnologie e nuove opportunità per il mobile
 The Dot Game
 The Grails Experience
 The webdesigner goes mobile
 Three Languages in Thirty Minutes (or so)
 TMap: una metodologia di test business driven
 To be relational, or not to be relational? That's *not* the question!
 Twitter programming – diamo da mangiare all'uccellino
 Ubuntu 11.04: Unity, GNOME Shell e le prospettive di sviluppo dei DE basati su GNOME
 Value Team: IT al servizio dell'innovazione
 Virtualsquare: tutta la virtualità che avete sempre desiderato e non avete osato chiedere.
 Web, Apps, Mobile, Flash Html 5…Adobe c'è!

Facebook, fette di vita

Fette di vita. Etere che diventa scrittura ed entra nella memoria perenne della grande macchina ontologica.

La scena, ieri in treno succede una situazione imbarazzante. Un centinaio di amici erano online e nel giro di pochi minuti si è scatenata un'esilarante discussione.

Il mio messaggio: in treno di fianco a me un signore sta dormendo a bocca aperta e gli sta scivolando fuori la dentiera!!! Help che fare?

Ieri alle ore 9.50 

    • Valerio Gioia Dagli casualmente una botta e sveglialo facendo finta di nulla -_-

      Ieri alle ore 9.52 · 
    • Roberto Bernardis dagli una gomitatina indifferente, così che si riprende da solo…

      Ieri alle ore 9.52 · 
    • Gianluca Dettori faccio finta di niente, la ragazza davanti a lui guarda nel cielo…

      Ieri alle ore 9.52 · 
    • Gianluca Dettori ogni tanto si sveglia e la ritira dentro

      Ieri alle ore 9.52 · 
    • Gianluca Dettori ma poi si riabbiocca, gli cade la testa e vai di labbro inferiore…

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Gianluca Dettori poverino è un signore anziano

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Roberto Bernardis ah ok, allora è un veterano del "recupera la dentiera in fase rem" 😉

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Gianluca Dettori ora cade!

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Gianluca Dettori no rimane appoggiata al mento

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Roberto Bernardis comunque concordo, non sono belle scene, son tristi…

      Ieri alle ore 9.54 · 
    • Gianluca Dettori azz ma tra un pò si tronca la lingua…

      Ieri alle ore 9.54 · 
    • Roberto Alfieri Tutto materiale per RealTV, sappilo

      Ieri alle ore 9.55 · 
    • Gianluca Dettori la ragazza ha fatto una faccia inquietata, ora gli scende una bavetta dal labbro inferiore

      Ieri alle ore 9.55 · 
    • Michele Casucci Un bel video da pubblicare su Youtube?

      Ieri alle ore 9.55 · 
    • Gianluca Dettori no raga questo vouyerismo digitale mi fa schifo

      Ieri alle ore 9.56 · Mi piace ·   1 persona
    • Gianluca Dettori sorry, non fotografo sta roba

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Roberto Alfieri Altro suggerimento, cogli l'occasione x attaccare bottone con la ragazza

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Michele Casucci Mai si, dai…

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Roberto Alfieri Eddai mica ci prenderai sul serio no?

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Gianluca Dettori roberto, prendi troppo viagra col caffelatte

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Eleonora Gandini sveglialo e inizia una conversazione, così non si addormenta più e poni fine alla sofferenza

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Roberto Alfieri Si lo prendo x calmarmi

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Gianluca Dettori ‎:))

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori ah no fermi tutti

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori una svolta

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori ok, dai ci siamo, è passata

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori ha appoggiato la testa all'indietro

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Roberto Alfieri DICCI

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori il sistema sembra tenere botta

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Roberto Alfieri vai a parlare col macchinista e pretendi un'accelerazione perenne in modo da tenerlo lì con la forza gravitazionale

      Ieri alle ore 9.58 · 
    • Michele Casucci Nooooo…la forza di gravità da sola non basta, dalle una mano, dai..

      Ieri alle ore 9.58 · 
    • Roberto Alfieri Orasiv e passa la paura mi stupisce tu non ne abbia una confezione con te

      Ieri alle ore 9.59 · 
    • Roberto Alfieri Cmq la colpa è tua che vai con i treni

      Ieri alle ore 9.59 · 
    • Gianluca Dettori oh raga io sono in treno ma voi oggi "voglia di lavorare saltami addosso", eh?

      Ieri alle ore 9.59 · Mi piace ·   1 persona
    • Roberto Alfieri io sto valutando le funzioni interattive tra utenti distribuiti sul territorio o in mobilità offerte da una piattaforma di social network, è parte del mio lavoro di stratega della comunicazione interattiva

      e che diamine

      com'è la tipa?

      Ieri alle ore 10.01 · 
    • Roberto Bernardis ‎@Gianluca è che siamo tutti esaltati dal ritorno di "mi piace" e "commenta" 😉

      Ieri alle ore 10.02 · 
    • Michele Casucci http://bit.ly/et5aOd

      Ieri alle ore 10.02 · Non mi piace più ·   1 persona
    • Gianluca Dettori multitasking: ascolta l'ipod e legge insieme, buon segno
      stivale anni 70 capelli corti tipo sparati in alto. Si è tolta una cuffietta e ha guardato se c'era un pò di cerume attaccato, bleah

      Ieri alle ore 10.03 · 
    • Marco Marotta mmmhhh cercare di non vomitare è già un buon risultato…

      Ieri alle ore 10.03 · 
    • Gianluca Dettori ridatemi il vecchio con la dentiera

      Ieri alle ore 10.03 · Mi piace
    • Roberto Alfieri la mia donna ideale
      la vera domanda è: c'era? o nel caso in oggetto, "cera"?

      Ieri alle ore 10.04 · 
    • Roberto Bernardis tutti tu oggi, mi sa…..

      Ieri alle ore 10.04 · 
    • Gianluca Dettori vado a scaccolarmi un pò, ciao

      Ieri alle ore 10.05 · 
    • Roberto Bernardis mi raccomando, attacca sui sedili 😉

      Ieri alle ore 10.06 · 
    • Roberto Alfieri Grazie a questo scambio di commenti non posso non suggerire la visione de "il declino dell'impero americano", direi quantomai opportuna

      Ieri alle ore 10.06 · 
    • Gianluca Dettori roberto… noi siamo la coda lunga della caduta dell'impero romano

      Ieri alle ore 10.07 · Mi piace ·   2 persone
    • Augusto Preta togliti la tua per solidarietà

      Ieri alle ore 10.09 · 
    • Gianluca Dettori si augusto, ho anche smontato la protesi al braccio per stare in relax

      Ieri alle ore 10.11 · Mi piace ·   1 persona
    • Roberto Alfieri da oggim mangerò assiso su un triclinio

      Ieri alle ore 10.12 · 
    • Roberto Alfieri Ho vinto! ho scritto per ultimo!

      Ieri alle ore 10.28 · Non mi piace più ·   2 persone

 

 


AAA. CERCASI STARTUP TEAM PER PROGETTO DI INCUBAZIONE

Questo post ha stimolato un certo dibattito su Facebook.

Da un paio di anni sto riflettendo su un'idea che vorrei incubare in dpixel per una startup, ma non ho tempo per occuparmente. E' un'idea con un potenziale di quelli estremamente grandi, superscala.

C'è qualcuno a cui interessa ed ha le palle per provarci?

Cerco un potenziale team anche non formato (ok singole candidature quindi) di max 3 persone con cui scrivere il business plan. In ordine di importanza:

1) top developer massimo 25 anni, meglio se 23. Dovrà sviluppare l'applicazione che è essenzialmente un sito/social network.

2) filosofo/creativo/esperto di ontologia che si deve occupare di product design anche qui meglio sotto i trent'anni please. Libero da impegni perchè se parte la questione decolla molto in fretta. Se appassionato di Gabriele Ferraris, meglio. Consiglio di leggersi il libro "Documentalità", li dentro ci sono alcuni dei temi su cui si fonda il potenziale del progetto.

http://it.wikipedia.org/wiki/Documentalità

http://www.centroeinaudi.it/images/stories/bdl/199online_casetta.pdf

 3) potenziale CEO in pectore (max 30 anni). In questo momento non è essenziale ma se c'è fin da subito tanto meglio.

 Lo scopo è incubare un'idea di startup che ritengo molto significativa.

 Cerco talenti naturali per diventare superstar. Astenersi perditemo e persone senza i requisiti, lo dico sul serio, vi prego di evitare di farmi perdere tempo su questa cosa.

 Se troviamo il team giusto penso ci siano decisamente significative probabilità che venga finanziato :)) Ho già anche un angel rilevantissimo che potrebbe coinvestire.

 Come fare?

1. Mandare CV via email a gianluca at dpixel punto it e a loris at dpixel punto it

2. Raccoglieremo i CV per 2-3 settimane 

3. Contattero solo quelli che riterremo interessanti, in ogni caso non succederà nulla per le prossime 2-3 settimane, vogliamo avere un bel basket di talenti su cui lavorare.

Il progetto è ambizioso e complesso e richiede la giusta chimica, occorrerà anche una profonda sensibilità ed una presenza femminile sarebbe auspicabile.

Ovviamente credo possa essere una buona idea ma se poi penserete che è una fesseria no problem. 

Il contratto sarà quello standard di venture capital con alcuni adattamenti per la situazione particolare. 

Per le prossime due settimane continueremo a raccogliere candidature, poi contatteremo il top 10% più promettenti per fare due chiacchere conoscersi meglio e parlare del progetto cercando di costruire il miglior team possibile.

Dopo queste chiacchere chiederò ai team + validi di provare ad interpretare il concetto con le classiche 15 slide e sceglieremo in base a quello, ovvero in base alla capacità di interpretare la tematica che è particolare e delicata. Riuscire ad interpretare correttamente il concetto sarà sicuramente un elemento chiave di successo o di fallimento. 

L'investimento che faremo nella società sarà nell'intorno dei 40-50k euro per arrivare alla prototipazione e alla validazione del modello metrico. Procederemo più o meno come segue.

La cap table all'incirca:

– 20% sottoscritti da un investitore strutturato + 10% sottoscritti da due angel investor di cui uno sono io.

– Il resto tra i 2-3 fondatori e l'option plan.

Tutte le azioni dei fondatori saranno vested su un periodo di 3 anni e l'option pool non sarà meno meno del 10%.

Timing. Il processo probabilmente durerà nel suo totale circa 3 mesi. Tra 3 mesi si inizia un periodo di incubazione di 3 mesi full time in ufficio da noi, via turati a Milano. Dopodichè il team se ne dovrà andare cercandosi degli uffici, per far spazio ad un nuovo team.

Mandare i CV a:

gianluca at dpixel punto it

ed in copia

loris at dpixel punto it

ENTRO IL 28 FEBBRAIO

La buona notizia del giorno è: sono arrivati dei curriculum stellari. Grazie intanto a quelli che hanno cominciato a mandarlo non vedo l'ora di incontrare alcuni di voi.

Festeggerei con Cut Chemist Suite.