Parte Fare Venture di Lazio Innova: pronti ad investire quattro nuovi fondi di venture capital per 56 milioni di Euro complessivi

E’ stato presentata ieri in Cassa Depositi e Prestiti a Milano, Fare Venture, la nuova misura di supporto alle startup di Regione Lazio, che prevede due strumenti da oggi attivi:

  • Innova Venture, fondo che agisce, insieme a co-investitori privati, direttamente nel capitale di rischio di startup e imprese innovative, utilizzando anche, per la prima volta in Italia, capitali aggiuntivi con campagne di equity crowdfunding per il quale sono state già selezionate quattro piattaforme partner;
  • Lazio Venture, un fondo di fondi da 56 milioni di Euro che opera investendo capitali pubblici in FIA (Fondi Chiusi di Investimento Alternativi) che, a loro volta, associando una quota del 40% di capitali privati, investiranno nelle imprese target del Lazio.

Siamo fieri di essere uno dei quattro gestori selezionati da Lazio Venture. Oltre a Primomiglio SGR infatti hanno passato la due diligence degli advisor Fondo Italiano di Investimento, United Venture e Vertis. In corso di negoziazione 360 Capital Partners che potrebbe aggiungersi come quinto gestore selezionato dagli advisor di Lazio Innova.

A presentare Fare Venture il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, l’assessore allo sviluppo economico Gian Paolo Manzella e Andrea Ciampalini direttore generale di Lazio Innova.

20190205_165300

Fare Venture è un fondo di fondi che consentirà ai gestori selezionati di attivare dei ‘fondi paralleli’ con vincolo di investimento territoriale. Lo strumento unisce le risorse dei fondi europei con il capitale privato, offrendo a quest’ultimo maggiori opportunità di guadagno attraverso una ripartizione asimmetrica dei profitti e riconoscendo ai gestori dei fondi contributi specifici per potenziare le loro attività di scouting di opportunità di investimento nel territorio.

Nelle prossime settimane quindi come Primomiglio SGR lanceremo il nostro nuovo fondo parallelo a Barcamper Ventures. Il nostro impegno consiste nel fatto che ogni volta che individueremo una target di investimento per Barcamper Ventures residente in Lazio o interessata ad attivare una sede operativa significativa in Lazio, saremo obbligati ad effettuare l’investimento in parallelo dai due fondi (principale e parallelo) secondo uno schema 40/60.

Solo questa struttura di ingegneria finanziaria consentirà quindi a Regione Lazio di attirare sul proprio territorio complessivamente circa 90 milioni di euro di investimenti diretti da parte dei gestori selezionati, a cui si affiancheranno presumibilmente almeno altri 100-150 milioni di coinvestimenti sulle startup target. A questi capitali si aggiungono i soldi che verranno investiti direttamente da Innova Venture, dai co-investitori privati e dal crowdfunding.

Questa è una misura fortemente innovativa che, facendo un uso intelligente dei fondi POR/Fesr (spesso sottoutilizzati da parte delle Regioni) è destinata a dare un significativo impulso all’ecosistema del territorio, muovendo circa 300-350 milioni di Euro di investimenti nelle startup Laziali nei prossimi anni. L’iniziativa punta a far fare un salto di scala a quello che è oggi il secondo ecosistema startup in Italia con le oltre 1000 startup innovative registrate, prevalentemente (ma non solo) centrate intorno al polo di Roma.

Ci sono voluti un paio di anni di lavoro intenso da parte del team di Lazio Innova guidato da Andrea Ciampalini per arrivare a questo risultato, grazie anche all’infaticabile lavoro di Lorenzo Di Fabio. In questa attività sono stati supportati da Fondo Italiano e dal gruppo di Luigi Tommasini, dallo Studio Corno e AIFI. Un lavoro imponente dietro le quinte per la scrittura dei bandi, la selezione degli advisor, la due diligence sui partecipanti (hanno partecipato 16 gestori con una richiesta compessiva di 250 milioni di Euro), per poi definire le procedure e scrivere i regolamenti in linea con le pratiche di mercato, le norme e le direttive Europee.

Un lavoro importante anche perché punta a tracciare una strada, creare un benchmark che possa essere imitato da altri. Questa è infatti una misura replicabile a livello nazionale, con la speranza che altre Regioni seguano l’esempio tracciato dall’Amministrazione di Zingaretti nell’ambito della nuova programmazione dei fondi strutturali. Misure che se attivate potrebbero eventualmente andare ad affiancarsi all’iniziativa nazionale del fondo di fondi in fase di attivazione a valle della legge finanziaria appena varata e che potrebbero mobilitare centinaia di milioni di Euro in aggiunta a quanto già previsto dal Mise.

Ora si parte e in Primomiglio siamo molto determinati per investire al meglio delle nostre capacità queste preziose risorse, per cui startup del Lazio: fatevi sotto e mandateci i vostri business plan, noi siamo pronti!

 

 

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...