BU.G – un nuovo spazio per l’arte a Torino

Un nuovo spazio per l’arte emergente a Torino

Burning Giraffe Art Gallery

Giovedì 5 giugno 2014, inaugurerà, a Torino, la Burning Giraffe Art Gallery (BU.G), un nuovo spazio espositivo votato alla promozione dei giovani artisti attraverso una serie di mostre ed eventi dalle tematiche fortemente attuali.

BU.G nasce dal desiderio di mettere in mostra – letteralmente – le doti e la creatività di un gruppo di artisti giovani e di enorme talento che, per motivi che esulano dalle loro capacità tecniche e dal loro spessore concettuale, non sono ancora riusciti a ritagliarsi lo spazio che meritano nel mondo dell’arte contemporanea e nel mercato a esso connesso.

Lo spazio espositivo di Via Eusebio Bava 8/a, a un isolato dalla centralissima Piazza Vittorio e a ridosso del dinamico quartiere di Vanchiglia, si sviluppa in due ampie sale per un totale di circa 90 mq di superficie espositiva. Le grandi pareti bianche e gli alti soffitti fanno della galleria un luogo ideale…

View original post 250 altre parole

Annunci

Vulcanicamente: l’erede di DeRev è Agritettura

Si è concluso il Techgarage Vulcanicamente, seconda edizione, l’evento che ha ‘laureato’ 9 startup di Napoli e della Campania, selezionate tra le 45 che hanno partecipato al Tour di Barcamper. Vulcanicamente 2014 ha un vincitore: Agritettura, fondata da Simona Panaro, Federica Russillo, Roberta Buonomo. Ortomercato, il loro progetto di sviluppare una piattaforma di servizi per appassionati di orticoltura urbana è l’erede della prima edizione che fu vinta da DeRev.

ortomercato

 

Cinque team hanno vinto la possibilità di continuare il loro percorso nell’incubatore Napoli Est per tre mesi e potranno accedere alla piattaforma di Siamosoci per raccogliere i capitali necessari a far partire le proprie società. Oltre ad Agritettura,  Nettronix, DaiCalcio, ArtRooms, Aycapì.

C’erano un centinaio di persone al Castel Dell’Ovo e tra gli altri l’Assessore al Lavoro e Attività produttive del Comune di Napoli, Enrico Panini, che ha fatto un bel discorso, diretto e concreto da startupper, indicando una serie di opportunità concrete a disposizione delle startup e annunciando che l’assessorato è già al lavoro per Vulcanicamente 3.

Nel frattempo a tutti i team che hanno partecipato a questa edizione e che sono partiti: buon cammino.

 

 

 

 

 


Techgarage Napoli, Vulcanicamente domani al Castel dell’Ovo

Torna Vucanicamente: domani alle ore 10 si svolgerà al Castel dell’Ovo l’evento di chiusura di Vulcanicamente, il programma per le startup del Comune di Napoli. Modererò una giornata di cui i protagonisti saranno le 9 startup finaliste che abbiamo selezionato lo scorso anno tra 45 progetti.

business game csi

Domani la giuria di Techgarage dovrà individuare le cinque che avranno accesso ai servizi dell’incubatore Napoli Est.  Ed ecco i nove finalisti del Techgarage Vulcanicamente 2014:

  • Dai Calcio: una piattaforma online che consente di creare e gestire un social magazine sulla propria squadra di calcio.
  • Pizza Now: app per ordinare pizze (georeferenziate…) dal proprio telefonino
  • NetSpeed: sistema di local e-commerce attento ai disabili e all’ambiente. Le consegne vengono infatti effettuate in bicicletta. Già in fase di test nel quartiere Vomero-Arenella.
  • Nettronix: gioco di carte collezionabili online con dei gattini protagonisti.
  • ArtRooms: servizio innovativo di vendita e noleggio di opere d’arte.
  • Aycapì: esperienze sul territorio rivolte a famiglie con bambini, per riscoprire la natura, le origini i prodotti e le tradizioni locali
  • SmartSkill: piattaforma per corsi professionali online dedicati a chi vuole intraprendere una professione o vuole avviare una nuova attività imprenditoriale realizzati da esperti.
  • Ortomercato: sistema di orti urbani localizzati nelle grandi città che consente a chiunque di imparare e praticare l’ortocultura urbana amatoriale.
  • Link My District: un social network e portale di crowdfunding civico per supportare la nascita di servizi/business di vicinato.

vulcanicamente 2

La prima edizione di Vulcanicamente ha ‘laureato’ startup come DeRev, LinkPass, MarioWay, Buzzoole, Intertwine, ReHub. Saranno all’altezza le nuove leve?

L’evento è gratuito. Maggiori informazioni qui.

 


Parte oggi WCAP2014: alla ricerca di 40 startup da accelerare

Quest’anno Working Capital si intitola ‘Make in Italy!’ A Roma presso l’acceleratore WCAP di via Santa Maria in Via ritroverò Salvo Mizzi per presentare il programma di quest’anno insieme a Antonio Puglisi, Gianmarco Carnovale e Antonio Perdichizzi che curano gli acceleratori di Bologna, Roma e Catania.

Da oggi parte la ricera dei 40 team che entreranno nel programma 2014 di Wcap. Riceveranno un assegno a fondo perduto da 25.000 euro, l’accesso gratuito ad uno dei 4 acceleratori, l’inserimento nel programma di accelerazione che si concluderà in Autunno e l’accesso ai vari strumenti predisposti da Telecom Italia (accesso rapido albo fornitori, basket innovazione, collaborazione con le business unit) tra cui il ‘brand new’ fondo di corporate venture capital, che parte con una prima dotazione seed da 4,5 milioni di euro e  il crowdfunding, che verrà lanciato dopo l’estate.

Ci saranno un sacco di ospiti oggi, salutati dal Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini. E verrà a trovarci il grandissimo PIF, che ha già visitato la scorsa settimana l’acceleratore di Bologna.

pif wcap

Si parlerà di crowdfunding nelle sue varie forme con Arianna Ciccone (IJF) e Claudio Bedino (Starteed) di open data e digitalizzazione della pubblica amministrazione con Sofia Maroudia (ActionAid Italia), Stefano Quintarelli (Camera dei Deputati) e Alessio Biancalana (C4i).

Si parlerà di policy e scenari dell’innovazione in un panel moderato da Riccardo Luna con Stefano Firpo (MISE), Alessandro Fusacchia (MIUR), Paolo Coppola (Camera dei Deputati), Antonio Palmieri (Camera dei Deputati) e Irene Tinagli (Camera dei Deputati).

Avremo alcune delle nostre startup che presenteranno il loro pitch e il punto a cui sono arrivati e ad ascoltarli abbiamo invitato diversi investitori: Mauro Del Rio (Buongiorno), Andrea Di Camillo (P101), Alessandro Sordi (Nana Bianca), Luigi Capello (LVenture) e Domenico Arcuri (Invitalia).

Partecipate alla discussione usando gli hashtag #wcap e#makeinitaly. Il resto delle info e l’iscrizione sul sito.

Inizia una fase nuova di Working Capital che in questi anni si è continuamente rinnovato, trasformandosi da programma di corporate social responsability a strumento di open innovation e corporate venture. Continua invece incessante la ricerca dei nuovi imprenditori in Italia per dargli una mano a partire e farlo qui a casa loro in Italia. Make in Italy.

 


ENSI sul tema della disoccupazione

E poi non ditemi che questa non è cultura giovanile. Questi i testi di Ensi che improvvisa sul tema della disoccupazione. Notevole.

Benvenuto in Italia, paese di impazzati – dove vanno avanti solo, i raccomandati – anche un ignorante può lavorare alla NASA – se lo raccomanda il cugino del padre del vicino di casa – ed è così che va – il lavoro in Italia non ci sta – non lo dico io, fra – ci ha chiamato bamboccioni Brunetta qualche anno fa – ma non manca lavoro, mancano opportunità – e così che va – questa è la mia società – e sai come funziona? – senti questi suoni – in Italia il lavoro si tramanda come i nomi per i  terroni –  e i muratori faranno i muratori – ma non per questo non vuol dire che gli ignoranti non potranno fare i dottori – ma è quello che ti dico, ascolta un momento – anche se sei un ignorante, al bar o al collocamento potrai – trovare lavoro lo stesso – nel senso che i disoccupati io  li apprezzo


Fred Palma vs Shade a MTV Spit, un must

Torino negli anni 90 ha generato dalle sue cantine alcune tra le migliori band Italiane: Subsonica, Linea 77, Motel Connection, Africa Unite, Franki Hi NRG solo per citare i più famosi. Ora una nuova generazione di musicisti sta emergendo da Torino e da tutta Italia (ma Torino è il cuore di questo movimento): Ensi, Fred De Palma, Shade solo per citare i più famosi.

Ecco un must see: Fred De Palma contro Shade ad MTV Spit.

Vi ricordo che nel freestyle si improvvisa a tema. Yo!

E mentre ci siete non perdetevi Nitro contro Ensi.


The island of towers

I often talk to my foreign friends about Sardinia and how beautiful and peculiar it is. Sardinia is mostly famous for its amazing beaches, but inside the islands and up in the mountains that it’s possible to discover really incredible things, stories and people.

Among them, the Nuraghe are one. There are thousands of these towers (not clear really how they were used and for what) spread out all over the island, they were build about 4000 years ago, by a misterious population, the Nuragic civilization.

They were certainly very advanced for the times, and the only things found about them besides the Nurage, are small bronze statues that reveal quite a bit about how they used to dress (pretty amazing… they look sometimes like aliens) and live.

This drone-filmed movie shows some spectacular images about it (unfortunately the audio is in Italian). Enjoy and come visit this great land.