Varato dall’Unione il regolamento Europeo del venture Capital

E’ stato varato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio il regolamento Europeo per i fondi di venture capital (UE 345/2013 del 17 Aprile 2013).

L’Europa riconosce il ruolo chiave che i venture capital hanno nel campo dell’innovazione perchè “fornendo finanziamenti e consulenza a piccolissime imprese,  stimolano la crescita economica, contribuiscono alla creazione di posti di lavoro e alla mobilitazione di capitali, favoriscono la creazione e lo sviluppo di imprese innovative, incrementano i loro investimenti in ricerca e sviluppo e favoriscono l’imprenditorialità, l’innovazione e la competitività”.

E’ necessario però definire un quadro comune di norme in materia, per evitare il rischio che i diversi paesi membri prendano strade divergenti (in effetti la Legge Crescita 2.0 ne è un interessante esempio), con il rischio di ostacolare lo sviluppo del mercato. Lo scopo inoltre è quello di favorire gli investimenti transfrontalieri, fissando standard comuni a cui possano far riferimento gli investitori internazionali.

I venture capital che avranno le caratteristiche del regolamento, potranno fregiarsi del marchio EuVECA, che consente agli investitori di confrontare ed investire su oggetti simili ed un’asset class più omogenea sotto il profilo della  composizione del portafoglio dei fondi, obiettivi di investimento ammissibili e strumenti di investimento impiegati, modus operandi e informativa.

Il regolamento stabilisce le caratteristiche che deve avere un fondo di venture capital, che essenzialmente è un oggetto che deve investire almeno il 70% del capitale in piccole imprese nelle fasi iniziali della loro esistenza societaria e che sottoscrive solo equity o quasi-equity. Vengono anche fissati i requisiti che deve avere un gestore di fondo in termini di professionalità, operatività e gestione di aspetti fondamentali come il conflitto di interesse, la documentazione informativa da fornire a investitori ed autorità, la continuità operativa.

Per mantenere il marchio EuVECA inoltre occorrerà fornire periodiche informazioni alle autorità di vigilanza competenti nel proprio stato membro. Le informazioni rilevate e l’albo dei fondi autorizzati, saranno gestiti e resi pubblico dall’AESFEM.

Salta subito all’occhio che la strada presa dalla normativa sulle startup diverge abbastanza da questo approccio. Quando si parla di investitori professionali ad esempio, in relazione al crowdfunding, la definizione della legge è assolutamente diversa e molto più ampia dalla definizione che viene data in Europa. Nella legge Sviluppo 2.0 rientrano come investitori professionali in startup innovative oggetti di varia natura, incluso uno nuovo tuttora in fase di definizione, unico nel suo genere: l’incubatore certificato.

Diversissima rispetto alla nostra legge poi la definizione di startup, che per l’Unione Europea essenzialmente è una società non quotata, con meno di 250 dipendenti e meno di 50 milioni di euro di fatturato.

Forse se è vero che occorre rimettere mano alla legge, è ancor più vero e necessario che sia allineata con la normativa Europea, altrimenti sarà difficile riuscire veramente ad attrarre investitori internazionali sulle startup Italiane.

Advertisements

5 commenti on “Varato dall’Unione il regolamento Europeo del venture Capital”

  1. Caro Gianluca, Carissimi,

    mi e vi chiedo a questo punto, se sia meglio avvicinare la normativa italiana a quella Europea o viceversa. Anche se mi sembra più probabile e verosimile che possa essere la normativa italiana ad adeguarsi.
    …è giusto una curiosità

    UP
    it.linkedin.com/in/umbertopellegrini/

    • Carmine Cesareo ha detto:

      La risposta alla tua domanda mi sembra coerente ed ottimista.
      Però, a prescindere dalle normative, mi chiedo, il “Sistema” cosa continuerà a pensare delle nostre PMI? Preferirà sempre le PMI francesi e tedesche, magari austriache che investono nei Balcani, oppure accetterà anche quelle Italiane che non superano 5 milioni di fatturato?
      (l’Europa parla di start up che non superano 250 dipendenti e 50 milioni di fatturato ed ignora che in Italia vi sono tante vecchie start up che non superano 2,5 dipendenti e 0,5 milioni di fatturato, forse è solo una questione di zeri?).
      Infatti la Start Up da noi si chiama anche “Imprenditoria Giovanile” oppure “Imprenditoria Senile” ovvero “over 60 no pensione” magari con famiglia a carico…
      E’ palese che sino ad ora nessuno si è avvicinato a questo livello di impresa, risulta poco interessante “Piccolo mai stato Bello”, oggi dichiarare ufficialmente la morte presunta della PMI, anche dalla finanza privata è un colpo strategico dell’Europa a due velocità: Nord Sud.
      Sono io che vedo male il mezzanine, oppure la Cambiale finanziaria garantita dal fondo centrale?
      Auguri, carmine cesareo

  2. Brusaferri M.Valeria ha detto:

    Carissimi, questa Europa mi piace sempre meno.
    Anzi, non mi piace.
    L’ Italia è un paese anomalo, non è assolutamente da paragonare ad altri paesi.
    Una precisazione : L’economia italiana è stata supportata in gran parte da piccole e medie imprese, con cifre non esorbitanti , con micro o medi crediti sempre restituiti.
    A differenza, le grandi imprese, hanno succhiato il sangue a questo paese ( coloro che sono stati finanziati in vari modi a fondo perduto) e poi hanno ridimensionato, o dislocato o chiuso le loro aziende.
    L’ Europa non è Europa, pochi burocrati che decidono secondo la loro opinione, senza tener conto delle differenze, i territori non sono tutti uguali, ci sono pianure, colline , montagne e ciò che va bene per uno non può andar bene certamente per l’altro.
    Altro problema : se non abbiamo voce in capitolo e dobbiamo fare da tappetino, che cosa ci stiamo a fare!!!!!, torniamocene a casa.
    Un cordiale saluto a tutti .
    Valery

  3. […] Varato dall’Unione il regolamento Europeo del venture Capital […]

  4. […] Varato dall’Unione il regolamento Europeo del venture Capital […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...