Modelli metrici

Una delle sessioni di lavoro della TechWeek è quella dei modelli metrici.

Ogni startup ha un suo modello metrico, quelle digitali poi sono dei mega-fogli excel di metriche, che guidano la cosa più incerta e difficile da centrare in un business plan. Specie quando le metriche guidano i ricavi. Un click pubblicitario può essere pagato anche qualche euro se ben efficace e nei settori giusti della domanda. Modelli metrici appunto. Una sessione che infatti attacchiamo, quando si affronta anche il tema dei “financials”, ricavi, costi, cash flow.

Stasera ho cominciato a pormi questa domanda. Ci sono 3,5 milioni di giovani disoccupati oggi in Italia. Qual’è il modello metrico di creare 100.000 posti di lavoro in questo campo? Quante startup occorrono? Quale modello metrico tra successi e insuccessi? Quanti investimenti serve fare?  E soprattutto qual’è l’ouput finale? Di quali risorse bisogna poter disporre e quali i fattori critici di successo e gli elementi di rischio?

Ad esempio qual’è l’impatto sul bilancio dello Stato? Nuove aziende creano nuovo gettito fiscale. Nuova occupazione genera nuovi consumi ed investimenti.

Qual’è quel punto di pareggio in cui vale la pena fare un investimento, perchè si ritiene di ottenere un ROI positivo?

Modelli metrici appunto.

Advertisements

One Comment on “Modelli metrici”

  1. Forse non vale come risposta, ma un giovane che voglia lavorare oggi in Italia non ha che da imparare a programmare per telefonini, e in qualche mese trova quello che vuole, dovunque risieda. Se non sono disposti a fare uno sforzo come questo, non c’è investimento che tenga …

    Poi ci sarebbe il vecchio discorso dell’abolizione del minimale INPS per le imprese individuali, che farebbe nascere migliaia di imprese a costo zero (perché i maggiori introiti di IVA, Irpef / Ires e INPS sarebbero maggiori dei minori contributi INPS di chi guadagna poco, perché chi sa che dovrebbe versare metà dei suoi guadagni all’INPS non apre affatto):
    http://www.contipronti.it/petizione-per-abolire-il-contributo-minimale-inps.html

    Insomma, non è questione di soldi secondo me.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...