28 Settembre 2012: il D-Day dell’Agenda Digitale Italiana

La prossima settimana sarà il momento per fare il punto sul digitale, il settore delle startup e del venture capital in Italia. Venerdi 28 è il D-Day in cui è atteso il pacchetto di misure sull’Agenda Digitale da parte del governo Monti, pacchetto attesissimo ormai da mesi, dopo che è cominciato a slittare il suo varo inizialmente previsto per Marzo, fortemento richiesto dall’Unione Europea.

Sono circolate in queste settimane sulla rete diverse ‘bozze’ del decreto, ma la verità è che nessuno sa veramente cosa conterrà effettivamente il provvedimento. Anche perchè sarà frutto della concertazione e mediazione tra diversi Dicasteri, tra cui quello di Passera, Profumo e Fornero. Oltre a dover passare le forche caudine della spending review e delle restrizioni di bilancio gestite da Grilli.

Sarà un momento fondamentale però, il momento in cui dalle parole si passerà ai fatti e i fatti saranno la misura della consistenza delle parole spese in questi anni.

Probabilmente nel giro di poche settimane verrà anche nominato il responsabile della nuova Agenzia Digitale che nasce dalla razionalizzazione di diversi dipartimenti Ministeriali e dovrà gestire l’implementazione delle risorse e degli sforzi su questo argomento. Anche qui l’Unione Europea ha esplicitamente chiesto che a gestire l’Agenzia sia un ‘digital champion’. Serve una persona di alto profilo, con esperienza specifica, non il classico parruccone della politica, anche perchè la sfida è grande, il ritardo da recuperare è ventennale.

Una settimana fa, la task force sulle startup ha consegnato il suo report. La task force ha svolto un ottimo lavoro, ampio, completo e a tutto raggio.  Sono passati due anni da quando il tema fu posto al centro dell’agenda politica Italiana con il lancio di Agenda Digitale. Da lì molte consultazioni con diversi attori dell’ecosistema tra cui ad esempio AIFI, Digital Advisory Group e ultimamente appunto la task force.

Governo e Parlamento hanno avuto ampio materiale, opinioni, energie, tempo ed intelligenze per sviluppare un provvedimento che ci rimetta in linea sul tema digitale. Venerdi prossimo apparentemente il Premier Monti scoprirà le carte e tutti potremo scoprire se ha in mano un poker d’assi o se tutto era semplicemente un bluff e se ne riparlerà per la prossima legislatura.

Serve uno shock legislativo per risvegliare l’Italia da questo incipiente sentimento di smarrimento dilagante di fronte alla brutalità della crisi finanziaria. Serve affrontare concretamente il tema della nuova occupazione giovanile e ridare prospettive ad un’intera generazione che rischia di essere bruciata. Serve ricominciare ad immaginare e credere in un futuro diverso.

Talvolta ho la sensazione che molta gente pensi questi temi del digitale siano temi di nicchia. Bene non lo sono per nulla, e per diverse ragioni. Innanzitutto perchè fanno girare già oggi il 2% del PIL Italiano. Un 2% che si potrebbe rapidamente incrementare visti i trend di mercato, a differenza di moltissimi altri settori industriali che, come vediamo dai notiziari sono inesorabilmente in declino schiacchiati dalla globalizzazione. Ma soprattutto anche perchè la digitalizzazione è il prerequisito necessario per rilanciare lo sviluppo, l’occupazione, favorire l’innovazione tecnologica, il commercio internazionale, la competitività delle nostre aziende. La riduzione di costi inutili, lo sviluppo dell’ecosistema della nuova imprenditoria innovativa, il venture capital e tutto quello che si trascina dietro. Senza considerare i temi culturali, la libertà di espressione, la democratizzazione della comunicazione, della politica e della finanza.

Non è poco, il gioco in ballo è – come direbbe l’amico Funkyprofessor – tanta roba.

Advertisements


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...