E’ un mondo difficile

e vita intensa. Felicità a momenti. E futuro incerto.

Oggi si è concluso il corso LED, LUISS Entrepreneurship for Development. Un bellissimo progetto fortemente voluto da Pier Luigi Celli, che coglie nel segno, di cui ho avuto l'onore di essere parte. Un percorso che si propone quello che nelle Università Italiane è purtroppo un 'buco' formativo di quelli che oggi fanno male. Quello dell'imprenditorialità.

Insegnare l'imprenditorialità è possibile? Si può imparare a fare una startup e diventare imprenditori?

Certamente si, ma con un ma. L'imprenditorialità è una sorte di dote, un'indole caratteriale che non necessariamente hanno tutti. Alcuni sono tagliati per essere dei grandi manager, "quello sicuramente farà una grande carriera in azienda. Ma difficilmente riuscirebbe ad essere un buon imprenditore".

E' una di quelle cose che come dire… insomma a picchiare su due tamburi possiamo imparare tutti con una certa applicazione. Ma in tutti gli anni che ho studiato musica e suonato, purtroppo l'ho sempre saputo, non sarei mai diventato Dave Weckl. Quel tocco e capacità metrica o ce l'hai oppure no. Chi suona credo sappia esattamente cosa intendo.

Ma ad insegnare l'imprenditorialità si ottengono comunque secondo me due ottimi risultati, oltre a completare un curriculum che è oggi sicuramente troppo ancorato a schemi del passato:

1) si scovano imprenditori e con i giusti attrezzi di conoscenze e competenze, magari un pò di soldi. Gol.

2) si tira fuori nelle persone quel lato 'imprenditoriale' che comunque tutti abbiamo. Cosa che mi sembra comunque un ottimo risultato. Insomma a che cosa servono tutte quelle nozioni se poi non riusciamo a metterle in pratica?

Ho potuto lavorare con i ragazzi in aula e sono veramente soddisfatto. Quelli che sono riuscito ad 'attivare' hanno prodotto dei risultati entusiasmanti. Sono arrivati 5 progetti in finale, di cui 2-3 francamente davvero interessanti. Sicuramente ancora da sviluppare, da mettere a punto, da capire. Ma è stato impressionante vedere come eravamo partiti e fino a dove siamo arrivati in tutto sommato poco tempo.

Complimenti ai finalisti della prima classe LED! Continuate a crederci, prima o poi – magari dopo qualche nasata – se continuate ce la farete. 

Che il mitico Tonino vi accompagni – con il suo fraterno consiglio – nel vostro percorso verso il successo.

Annunci

3 commenti on “E’ un mondo difficile”

  1. Francesco Francavilla ha detto:

    Perchè LED è solo per laureati da 12 mesi? Credo serva formazione imprenditoriale anche a chi dopo 10 anni di laurea e diverse esperienze lavorative ha messo insieme un bagaglio che tuttavia necessita di una “riordinata” prima di affrontare un proprio sviluppo autonomo. Segnalo anche che il CNA a Bologna organizza periodicamente percorsi di studio per giovani imprenditori, sia con attività in essere sia in progetto.

  2. dgiluz ha detto:

    Si stanno emergendo diverse iniziative. Parlerò a breve di Pisa e poi c’è Augusto Coppola con il suo Lab

  3. Luca ha detto:

    E’ quello che pensavo anche io.
    Ho 37 anni, un bagaglio tecnico dato da molti anni di lavoro sulle tecnologie di sviluppo e una grossa passione per il proprio lavoro.
    E il forte desiderio di creare e andare oltre.
    Ma sento il bisogno di dover apprendere, di avere una base almeno minima di formazione…
    Online posso trovare qualcosa di veramente interessante e utile ?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...