Parte Working Capital, alla ricerca di mille innovatori

Parte WKC150, da ora ci si può registrare online sul sito caricando i propri dati per cominciare a partecipare al programma di quest'anno, con il proprio progetto.

Cerchiamo 1.000 innovatori con idee per soluzioni a grandi problemi del futuro. Progetti all'interno di quattro macro-aree di investimento:

– Internet/web/mobile. La grande nuvola convergente e i nuovi business che su di essa si possono costruire.

– Clean & green. Energie rinnovabili, soluzioni ambientali, smart-grid, innovazioni nel campo agricolturale. Soluzioni alle grandi problematiche ambientali dei prossimi anni: come potremo dare energia, acqua e cibo al pianeta nei prossimi 50 anni?

– Scienze della vita, diagnostica, biotecnologie e nanocomponenti per la salute, la prevenzione, la diagnostica e la cura.

– Impatto sociale. Progetti che possono produrre un impatto sulla società 'at large' nel campo ad esempio dell'educazione, della cura dei meno fortunati, nella cultura. Non necessariamente progetti "for-profit".

A Novembre le finali in cui verranno assegnati la maggior parte dei grant di ricerca, gli investimenti per startup e gli investimenti di venture capital. Ulteriori dettagli qui.

 

 

 

 

 


Entrepreneurship e startup all’Università di Pisa: Phd+

Il Parlamento Europeo ha identificato nello «spirito di iniziativa e imprenditorialità» una delle otto competenze chiave ritenute necessarie per la formazione di un cittadino europeo. Così di recente nella Strategia Europa 2020 la Commissione Europea ha fissato tre priorità, tra cui quella di «sviluppare un'economia basata sulla conoscenza e sull'innovazione» che consenta alle «idee innovative di trasformarsi in nuovi prodotti e servizi tali da stimolare la crescita e l'occupazione». 

L'Università di Pisa attraverso il Professor Ferragina, nuovo prorettore dell'Ateneo, lancia "Phd Plus", iniziativa che ha scopo di diffondere uno spirito imprenditoriale tra i circa 1.000 dottorandi dell'Università di Pisa, attraverso una serie di seminari. Il percorso condurrà alla redazione di un progetto imprenditoriale che potrà interessare la creazione di una spin-off, la brevettazione o industrializzazione di un’idea, o la progettazione e prototipazione di un servizio innovativo.

L’iniziativa si svolgerà da Aprile a Novembre di quest’anno.

Il percorso formativo sarà riservato ai dottorandi del secondo o terzo anno dell'Università di Pisa e sarà extra-curriculare e facoltativo. Sarà a numero chiuso e si farà una pre-selezione delle idee e della motivazione dei candidati. Il percorso è volto a supportare la generazione di spin-off e startup dall'Università. La competition si concluderà con la selezione dei migliori progetti da parte di una commissione di esperti e un premio in denaro.

Comitato Valutatore

  1. Nicoletta Amodio, Confindustria
  2. Paolo Anselmo, IBAN
  3. Giovanni Battistini, bcap.biz, USA
  4. Gianluca Dettori, dpixel
  5. Elisabetta Epifori, Polo Tecnologico di Navacchio
  6. Cesare Maifredi, 360 Capital Partners
  7. Raffaele Mauro, AnnaPurnaVentures
  8. Giuseppe Mussari, ABI
  9. Cristina Piai, Intesa SanPaolo Eurodesk
  10.  Giuseppe Pozzana, Pontech
  11. Francesco Senatore, Toscana Life Sciences
  12. Guido Tommei, Sici Toscana
  13. Marco Villa, Italian Angels for Growth

 


E’ un mondo difficile

e vita intensa. Felicità a momenti. E futuro incerto.

Oggi si è concluso il corso LED, LUISS Entrepreneurship for Development. Un bellissimo progetto fortemente voluto da Pier Luigi Celli, che coglie nel segno, di cui ho avuto l'onore di essere parte. Un percorso che si propone quello che nelle Università Italiane è purtroppo un 'buco' formativo di quelli che oggi fanno male. Quello dell'imprenditorialità.

Insegnare l'imprenditorialità è possibile? Si può imparare a fare una startup e diventare imprenditori?

Certamente si, ma con un ma. L'imprenditorialità è una sorte di dote, un'indole caratteriale che non necessariamente hanno tutti. Alcuni sono tagliati per essere dei grandi manager, "quello sicuramente farà una grande carriera in azienda. Ma difficilmente riuscirebbe ad essere un buon imprenditore".

E' una di quelle cose che come dire… insomma a picchiare su due tamburi possiamo imparare tutti con una certa applicazione. Ma in tutti gli anni che ho studiato musica e suonato, purtroppo l'ho sempre saputo, non sarei mai diventato Dave Weckl. Quel tocco e capacità metrica o ce l'hai oppure no. Chi suona credo sappia esattamente cosa intendo.

Ma ad insegnare l'imprenditorialità si ottengono comunque secondo me due ottimi risultati, oltre a completare un curriculum che è oggi sicuramente troppo ancorato a schemi del passato:

1) si scovano imprenditori e con i giusti attrezzi di conoscenze e competenze, magari un pò di soldi. Gol.

2) si tira fuori nelle persone quel lato 'imprenditoriale' che comunque tutti abbiamo. Cosa che mi sembra comunque un ottimo risultato. Insomma a che cosa servono tutte quelle nozioni se poi non riusciamo a metterle in pratica?

Ho potuto lavorare con i ragazzi in aula e sono veramente soddisfatto. Quelli che sono riuscito ad 'attivare' hanno prodotto dei risultati entusiasmanti. Sono arrivati 5 progetti in finale, di cui 2-3 francamente davvero interessanti. Sicuramente ancora da sviluppare, da mettere a punto, da capire. Ma è stato impressionante vedere come eravamo partiti e fino a dove siamo arrivati in tutto sommato poco tempo.

Complimenti ai finalisti della prima classe LED! Continuate a crederci, prima o poi – magari dopo qualche nasata – se continuate ce la farete. 

Che il mitico Tonino vi accompagni – con il suo fraterno consiglio – nel vostro percorso verso il successo.


Appuntamento per i developer a Roma il 5 Marzo: Codemotion 2011

Codemotion, da quattro anni uno degli eventi di riferimento per developer e geeks all'Università Roma 3, (l'evento è gratuito). Tanto per dire che qui non si pettinano le bambole ecco la lista dei talk, con gli argomenti di cui si parla:

 

 "AVANTI", il più importante progetto di recruitment ICT in Italia: 1.300 assunzioni entro il 2012 nei settori AlmavivA ad alta innovazione tecnologica
 A Software Factory in a Box
 aizoOn: la Consulenza Tecnologica specialistica in ICT ed Engineering
 Application Security for the masses
 Applicazioni usabili 2g, problemi e soluzioni
 Augmented Reality: guardare il mondo da un altro punto di vista
 Cards up in the clouds
 Cloudlets: a faster way to create business applications in the cloud using UML and model-driven code generation
 Comet / WebSocket Web Applications
 Continous monitoring con Hudson, Jmeter e iPhone
 Cucumber and Webdriver: writing testable User stories
 Database NO-SQL: Anything else ?
 Develop multi-screen applications with Flex
 Distributed Programming with GridGain and Scala
 Enterprise ASP.NET Web Forms 4.0
 GIT: a Gentle InTroduction
 Hacking @ school: Sviluppo di applicazioni e visualizzazioni educative con Processing
 Hacking Infinispan: the new open source data grid meets NoSQL
 HTML 5 demistified
 HTML5 Up and Running
 Il Social Networking incontra il Business Process Management in IBM Blueworks Live
 Introduction to Mobile Development with jQuery Mobile
 Introduzione a MacRuby
 Is my web application secure? OWASP Top Ten Security Risks and beyond
 Java OS-less: JRockit Virtual Edition
 JavaEE and Google AppEngine
 JavaScript survival guide for Static Developers
 La forza degli User Group: Più formazione, pizza e birra per tutti
 L'approccio Open Source di Top-Network
 L'Azienda Oracle
 LINQ come non lo avete mai visto
 Linux GUI Programming con PyGTK e Glade
 Maze Enterprise: front-end e back-end. Trova la miglior soluzione!
 Measuring Programming Language Popularity, and Why it Matters
 MongoDB DocumentDB NoSQL
 Monitorare le applicazioni: costruire un agent plugin per líintrospezione del byte-code
 Museo Torino – un esempio reale d'uso di NOSQL-GraphDB, Linked Data e Web Semantico
 Open-Services for Lifecycle Integration – integrating the development tool silos
 Pacchi e pacchetti. Introduzione al packaging RPM
 Perchè potresti aver bisogno di un database NoSQL anche se non sei Google o Facebook
 Physics in Android games
 PostgreSQL: il database Open Source di fascia Enterprise piu' avanzato al mondo
 Presentiamo Solving Team, una "geek company"
 QuadraSpace: un protocollo aperto per la Internet of Things
 Ragdoll Blending con HAVOK: la fisica di un picchiaduro
 REST in peace
 Samsung bada. Invitation to Adventure
 Samsung Electronics
 Scrumban – una fusione di metodologie
 Serious Fun: cosa facciamo su Open Source, Mobile, Agile, Semantic Web…
 Sogetel: Chi siamo
 Sopravvivere felicemente ad un anno e mezzo di sviluppo Android
 Stato dell'arte del Mobile Game Programming: pubblicare un gioco sugli app store in pochi giorni
 Sviluppare in Python, un passo verso la libertà
 Sviluppare Indie Games su Xbox360 con C# e XNA Game Studio
 Sviluppare plugin per google Chrome
 Sviluppo di applicazioni modulari e interoperabilità tra le applicazioni
 Sviluppo di giochi indipendenti multi-piattaforma
 Sviluppo e deployment cross-platform: Dal mobile alla Tv
 TDD da un capo all'altro
 Tecnologie e nuove opportunità per il mobile
 The Dot Game
 The Grails Experience
 The webdesigner goes mobile
 Three Languages in Thirty Minutes (or so)
 TMap: una metodologia di test business driven
 To be relational, or not to be relational? That's *not* the question!
 Twitter programming – diamo da mangiare all'uccellino
 Ubuntu 11.04: Unity, GNOME Shell e le prospettive di sviluppo dei DE basati su GNOME
 Value Team: IT al servizio dell'innovazione
 Virtualsquare: tutta la virtualità che avete sempre desiderato e non avete osato chiedere.
 Web, Apps, Mobile, Flash Html 5…Adobe c'è!

Working Capital 2011: presentazione alla conferenza stampa


Facebook, fette di vita

Fette di vita. Etere che diventa scrittura ed entra nella memoria perenne della grande macchina ontologica.

La scena, ieri in treno succede una situazione imbarazzante. Un centinaio di amici erano online e nel giro di pochi minuti si è scatenata un'esilarante discussione.

Il mio messaggio: in treno di fianco a me un signore sta dormendo a bocca aperta e gli sta scivolando fuori la dentiera!!! Help che fare?

Ieri alle ore 9.50 

    • Valerio Gioia Dagli casualmente una botta e sveglialo facendo finta di nulla -_-

      Ieri alle ore 9.52 · 
    • Roberto Bernardis dagli una gomitatina indifferente, così che si riprende da solo…

      Ieri alle ore 9.52 · 
    • Gianluca Dettori faccio finta di niente, la ragazza davanti a lui guarda nel cielo…

      Ieri alle ore 9.52 · 
    • Gianluca Dettori ogni tanto si sveglia e la ritira dentro

      Ieri alle ore 9.52 · 
    • Gianluca Dettori ma poi si riabbiocca, gli cade la testa e vai di labbro inferiore…

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Gianluca Dettori poverino è un signore anziano

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Roberto Bernardis ah ok, allora è un veterano del "recupera la dentiera in fase rem" 😉

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Gianluca Dettori ora cade!

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Gianluca Dettori no rimane appoggiata al mento

      Ieri alle ore 9.53 · 
    • Roberto Bernardis comunque concordo, non sono belle scene, son tristi…

      Ieri alle ore 9.54 · 
    • Gianluca Dettori azz ma tra un pò si tronca la lingua…

      Ieri alle ore 9.54 · 
    • Roberto Alfieri Tutto materiale per RealTV, sappilo

      Ieri alle ore 9.55 · 
    • Gianluca Dettori la ragazza ha fatto una faccia inquietata, ora gli scende una bavetta dal labbro inferiore

      Ieri alle ore 9.55 · 
    • Michele Casucci Un bel video da pubblicare su Youtube?

      Ieri alle ore 9.55 · 
    • Gianluca Dettori no raga questo vouyerismo digitale mi fa schifo

      Ieri alle ore 9.56 · Mi piace ·   1 persona
    • Gianluca Dettori sorry, non fotografo sta roba

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Roberto Alfieri Altro suggerimento, cogli l'occasione x attaccare bottone con la ragazza

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Michele Casucci Mai si, dai…

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Roberto Alfieri Eddai mica ci prenderai sul serio no?

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Gianluca Dettori roberto, prendi troppo viagra col caffelatte

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Eleonora Gandini sveglialo e inizia una conversazione, così non si addormenta più e poni fine alla sofferenza

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Roberto Alfieri Si lo prendo x calmarmi

      Ieri alle ore 9.56 · 
    • Gianluca Dettori ‎:))

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori ah no fermi tutti

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori una svolta

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori ok, dai ci siamo, è passata

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori ha appoggiato la testa all'indietro

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Roberto Alfieri DICCI

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Gianluca Dettori il sistema sembra tenere botta

      Ieri alle ore 9.57 · 
    • Roberto Alfieri vai a parlare col macchinista e pretendi un'accelerazione perenne in modo da tenerlo lì con la forza gravitazionale

      Ieri alle ore 9.58 · 
    • Michele Casucci Nooooo…la forza di gravità da sola non basta, dalle una mano, dai..

      Ieri alle ore 9.58 · 
    • Roberto Alfieri Orasiv e passa la paura mi stupisce tu non ne abbia una confezione con te

      Ieri alle ore 9.59 · 
    • Roberto Alfieri Cmq la colpa è tua che vai con i treni

      Ieri alle ore 9.59 · 
    • Gianluca Dettori oh raga io sono in treno ma voi oggi "voglia di lavorare saltami addosso", eh?

      Ieri alle ore 9.59 · Mi piace ·   1 persona
    • Roberto Alfieri io sto valutando le funzioni interattive tra utenti distribuiti sul territorio o in mobilità offerte da una piattaforma di social network, è parte del mio lavoro di stratega della comunicazione interattiva

      e che diamine

      com'è la tipa?

      Ieri alle ore 10.01 · 
    • Roberto Bernardis ‎@Gianluca è che siamo tutti esaltati dal ritorno di "mi piace" e "commenta" 😉

      Ieri alle ore 10.02 · 
    • Michele Casucci http://bit.ly/et5aOd

      Ieri alle ore 10.02 · Non mi piace più ·   1 persona
    • Gianluca Dettori multitasking: ascolta l'ipod e legge insieme, buon segno
      stivale anni 70 capelli corti tipo sparati in alto. Si è tolta una cuffietta e ha guardato se c'era un pò di cerume attaccato, bleah

      Ieri alle ore 10.03 · 
    • Marco Marotta mmmhhh cercare di non vomitare è già un buon risultato…

      Ieri alle ore 10.03 · 
    • Gianluca Dettori ridatemi il vecchio con la dentiera

      Ieri alle ore 10.03 · Mi piace
    • Roberto Alfieri la mia donna ideale
      la vera domanda è: c'era? o nel caso in oggetto, "cera"?

      Ieri alle ore 10.04 · 
    • Roberto Bernardis tutti tu oggi, mi sa…..

      Ieri alle ore 10.04 · 
    • Gianluca Dettori vado a scaccolarmi un pò, ciao

      Ieri alle ore 10.05 · 
    • Roberto Bernardis mi raccomando, attacca sui sedili 😉

      Ieri alle ore 10.06 · 
    • Roberto Alfieri Grazie a questo scambio di commenti non posso non suggerire la visione de "il declino dell'impero americano", direi quantomai opportuna

      Ieri alle ore 10.06 · 
    • Gianluca Dettori roberto… noi siamo la coda lunga della caduta dell'impero romano

      Ieri alle ore 10.07 · Mi piace ·   2 persone
    • Augusto Preta togliti la tua per solidarietà

      Ieri alle ore 10.09 · 
    • Gianluca Dettori si augusto, ho anche smontato la protesi al braccio per stare in relax

      Ieri alle ore 10.11 · Mi piace ·   1 persona
    • Roberto Alfieri da oggim mangerò assiso su un triclinio

      Ieri alle ore 10.12 · 
    • Roberto Alfieri Ho vinto! ho scritto per ultimo!

      Ieri alle ore 10.28 · Non mi piace più ·   2 persone

 

 


Notizie da città del Messico

Non ho ancora avuto il tempo di raccontare alcune delle storie che ho visto a Città del Messico. Ho una montagna di storie, vediamo un pò:

– Ho conosciuto Pedro Aspe, di tante persone che ho incontrato una di quelle che più mi ha colpito. La sua storia è impressionante, è un'icona. Tra le mille cose che ha ottenuto nella vita per il Messico, ha fondato Endeavour. Il fondo di venture capital più bello che abbia mai visto. Si occupa di impatto sociale. Nel suo impact report si apre così: il nostro obiettivo è di aggiungere un punto percentuale del PIL al Messico entro il 2020. Selezionano imprenditori di successo, li finanziano e li aiutano a scalare le loro aziende. Ho conosciuto una quindicina di questi imprenditori, avessi avuto contanti investivo seduta stante almeno in due di quelle aziende.

– Il Messico è una terra bellissima con una cultura millenaria ancora assolutamente tangibile, ascoltabile. Le piramidi di Città del Messico assolutamente un must da vedere una volta nella vita. Il reddito medio è di diecimila dollari, c'è povertà ma dignità. L'economia sta crescendo del 5% l'anno e la cosa andrà avanti così. Sono governati da gente illuminate come Pedro Aspe, una classe dirigente con idee, creatività e tantissima buona volontà. Si respira aria da anni sessanta. La gente sta tangibilmente. Unico problema: i cartelli della droga, roba di cui noi Italiani sappiamo qualcosa. Altro che Messico…

– Un mio fellow Giapponese sta ultimando il lavoro di preparazione per lanciare un fondo governativo in Giappone decisamente significativo (si parla di nove miliardi di dollari) dedicato allo sviluppo di startup. Una sorta di Banca dell'Innovazione Giapponese (guardacaso…). 

– Un altro amico venture capitalist nella Silicon Valley sta chiudendo un fondo di venture capital dedicato al mercato secondario. Va a comprare quote di startup superprestigiose in cui non è possibile entrare (tipo Facebook o Twitter), oppure compra stock options. In questo modo i fondatori o gli angel riescono ad avere un liquidity event in tempi ragionevoli ed investitori che vorrebbero ad entrare in queste cap table ormai chiuse, riescono ad entrare. Geniale no?

E via andare…devo continuare? Una settimana così… e poi mi stupisco dell'insonnia.