Giochiamoci il futuro

E' stato il tema attorno al quale hanno ruotato le riflessioni del gotha dell'ICT Italiano organizzato da Between a cui ho potuto partecipare a Capri. Ospite degli amici di Egon Zender. Si è parlato di infrastrutture e servizi digitali, ma soprattutto di un mercato delle telecomunicazioni che ormai vive una competizione diretta con i colossi del business digitale. In questo campo la convergenza è in pieno sviluppo. Nell'ecosistema dell'ICT giocano oggi a pieno titolo attori come Google, Facebook, Amazon solo per citarne alcuni. In una catena del valore che si ridisegna sempre più rapidamente. 

Interpretare le dinamiche di questi cambiamenti nel modo giusto sarà una chiave vincente per molte società di telecomunicazioni perchè mentre le piattaforme si sono aperte e sono caduti i wallet garden, l'ecosistema si è drammaticamente ampliato e complicato. 

Si è parlato moltissimo di infrastrutture, banda larga e ultra-larga. E' un tema affascinate e misterioso ai più (incluso me), ma fondamentalmente è un tema che non mi interessa. Credo che la banda ultralarga e tutta l'infrastruttura che necessita, dovrebbe come la Nutella, dovrebbe essere un 'Mi piace' automatico. C'è poco da discutere, c'è solo da mettersi li a farla e che sia la più larga possibile. Punto.

Ogni anno dovremmo chiederci domande del tipo 'come sarà la banda quest'anno? Ci dovrebbero essere robe tipo il meteo della banda "si prevede fibra a tratti, wimax in crescita sulla Calabria, statica ADSL con instabilità nel centro di Milano. Si consigliano tariffe flat e aumento del cashing in zona Fiera."

Al di là delle ovvie ragioni, in una bella e inquietante presentazione di Carlo D'Asaro Biondo, si è capito chiaramente perchè adesso ci giochiamo su questo tema il futuro. Approdato a Google, dal suo osservatorio (VP di un centinaio di mercati per Google), ha snocciolato una serie di dati inquietanti.

In buona sostanza c'è una connessione diretta tra la disponibilità di 'banda' diciamo così e il grado di sviluppo economico di una nazione. E non è solo un tema di infrastrutture, è anche e soprattutto del grado 'digitalizzazione' di una nazione e del suo sistema competitivo. La capacità oggi di fare marketing online o di fare e-commerce sono fattori chiave di successo nella competizione internazionale.

Non è un caso che Venere e Yoox sono due clamorosi successi Italiani della 'new economy'.

La banda e soprattutto quante cose utili riusciremo a farci passare sopra, questa è una di quelle cose su ci giochiamo il futuro.

Annunci

2 commenti on “Giochiamoci il futuro”

  1. giacomo ha detto:

    a proposito di “basta discutere …. facciamo ftth ….” vedremo se la lombardia finalmente darà il via ai lavori per l’ultrabanda all’inizio del 2011 …. e speriamo non ci si dimentichi anche dei piccoli comuni ….

  2. dgiluz ha detto:

    ottimo punto. ultrabanda adesso.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...