Il codice per riprogrammare le cellule è collegato a Internet

Ancora su Craig Venter, qui racconta come sono arrivati a produrre il primo essere vivente sintetico partendo dal suo codice software: il DNA. Si apre una nuova era e già si parla di Venter come possibile Nobel. Interessantissimo un aspetto particolare che racconta in questa presentazione. Il DNA sintetizzato artificialmente ha una sorta di watermark inserito all'interno del codice. In questo modo si potrà distinguere la vita sintetica da quella naturale. 

Nelle stringhe di DNA sintetizzato infatti sono state inserite delle sequenze che possono essere lette e decodificate. Nel codice ad sono inseriti i nomi degli scienziati che hanno codificato il DNA, un indirizzo web,  di posta elettronica e tre citazioni letterarie e filosofiche. 

Il tutto avviene con uno speciale alfabeto che utilizza i 'base pair' come lettere di base.

http://video.ted.com/assets/player/swf/EmbedPlayer.swf

Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...