Si è concluso il corso ‘New Business Lab’

Ho completato 'New Business Lab' il workshop di quattro sessioni presso l'Università di Milano collegato al corso del Professor Benassi, che ha fatto un pò da Alfa di Startup Master.

Sono molto soddisfatto dell'esito, i ragazzi hanno reagito rapidamente e dopo il primo impatto con un modo di apprendere molto diverso da quello 'classico' dell'Università Italiana.

Una apprendimento legato al fare e dover ragionare e non connesso ad imparare nozioni specifiche. A detta di tutti gli studenti la lezione sulle metriche e come costruire un business plan partendo da modelli metrici è quella che ha avuto maggior successo. Non perchè ho insegnato delle nozioni specifiche, ma solo perchè ha trasmesso gli strumenti per costruire il proprio progetto imprenditoriale.

Siamo partiti da una decina di idee e siamo atterrati su 5 team imprenditoriali, tutti nel campo dell'Internet anche perchè la provenienza dei partecipanti era fatta di informatici e economisti/markettari.

Sono emerse anche alcune idee per migliorare il corso che verranno implementate e a fine corso tutti i team hanno espresso il desiderio di provare a sviluppare il sito Internet che avevano in mente.

Ripubblico le riflessioni di Melissa che ha partecipato, ho chiesto a tutti un feedback e questo è il suo. Purtroppo il suo progetto era forse uno dei migliori ma non siamo riusciti a svilupparlo perchè non è riuscita a mettere insieme il suo team. Altri ci sono riusciti. 

Fin dal primo giorno avevo detto che non saremmo riusciti a svilupparli tutti, per cui in ogni sessione, gradualmente ho dissuaso i progetti che sembravano avere meno potenziale dal procedere, suggerendo di lasciar perdere e di aggregarsi ad un altro team che aveva un'idea più interessante.

Libere riflessioni in merito al corso New Business Lab.

Intendo
innanzitutto premettere che il corso ha raggiunto, a mio parere, due importanti
obiettivi: ha saputo innescare in me un processo di ragionamento attivo (non
solo di comprensione ma di autentica ideazione) e mi ha messo alla prova
(spingendomi a trovare soluzioni a problemi non direttamente inerenti al mio
ambito di conoscenze); ha inoltre suscitato il mio interesse e la mia
attenzione, ha offerto motivi di riflessione anche nei giorni successivi agli
incontri, e questo è un risultato che raramente si ottiene nelle aule
universitarie.

Tuttavia alcune mie aspettative
sono state disattese mentre altre finalità sono divenute chiare solo durante lo
svolgimento del corso. Mi sono permessa quindi, come da lei richiesto, di
annotare alcune riflessioni.

 Che cosa avrei voluto trovare in questo corso (e non ho trovato).

 Con tutta
sincerità (e una buona dose di illusione) mi sarebbe piaciuto che il New
Business Lab fosse un nuovo (e in questo caso sì davvero innovativo)
contenitore nel quale si insegnasse a pensare con metodo e con un obiettivo.

Sarà forse
una banalità, ma le persone (in generale) e gli studenti (in particolare) non
sono né bravi né tanto meno abituati ad esercitare il proprio pensiero in modo
astratto ma finalizzato. Ancor meno a
contestualizzare le proprie idee nel mondo circostante, comprendere la loro
potenzialità ed efficacia, confrontarle con reali o potenziali bisogni.

Come nasce una (buona) idea? Come
si sviluppa? Quale percorso deve seguire perché diventi realizzabile?

Cosa rende un’idea “di successo”? La sua totale innovazione
o la coerenza con bisogni già esistenti?

Quali sono gli “ingredienti” che fanno, ed esempio, scartare
un’idea o appoggiala e finanziarla?

E ancora:

Per partecipare
al corso bisognava necessariamente avere già un’ “idea di business”? (se così,
non era chiaro!) E con quali caratteristiche? Doveva essere necessariamente
un’idea che avesse a che fare con le tecnologie informatiche (un sito, un
social network, un’applicazione)? O con la tecnologia in generale? Non poteva
trattarsi anche solo di un’idea utile e suscettibile di essere brevettata (ad
esempio un’invenzione o il miglioramento di una tecnologia già esistente)?

Avrei voluto conoscere la risposta
a queste domande prima di “dover” formulare la mia idea o appoggiare quella di
altri (e non dopo o durante, estrapolandole dal contesto).

Avrei
voluto possedere gli strumenti per creare una base sulla quale appoggiare le
proprie o altrui idee, (indipendentemente dal contenuto o dal campo di
applicazione), poterle metterle alla prova, sapere se procedono correttamente.

Non a caso, durante il primo
incontro, le è stata rivolta la seguente domanda: “ma se fossimo venuti qui
senza idee, che cosa sarebbe successo?” la sua risposta (cito a memoria): “ve
le avrei fatte uscire io!”

Ebbene questo è ciò che è successo
a me. Ero arrivata priva di una mia idea (mi ero quasi obbligata a non avere
un’idea perché interessata più che altro al processo creativo), sono stata
sollecitata e ho pensato. Purtroppo il pensiero senza briglie, astratto, se non
è geniale, è debole. La mia idea era priva di struttura e quindi destinata
all’insuccesso. La maggior parte delle idee esposte al contrario, non erano
altamente innovative, ma fattibili, realizzabili.

Era così importante “avere
l’idea”?

A me sarebbe bastato avere “la
struttura dell’idea”. E imparare come realizzarla!

Che cosa invece ho ricevuto (e mi ha piacevolmente stupito).

Ho trovato
stimolate partecipare ad un corso trasversale (ottima idea), aperta a tutti gli
studenti di tutte le facoltà (benissimo) e senza requisiti (eccezionale!)

Mescolare
patrimoni conoscitivi individuali diversi, comprendere le capacità e le
inclinazioni dei singoli, creare gruppi collaborativi e completi: il confronto
e la pluralità di competenze (laddove è avvenuto) sono emerse come
caratteristiche importanti per il successo di un’idea.

Interessante
anche la partecipazione continua allo sviluppo degli altri progetti (nei
problemi affrontati da altri si trovano spesso soluzioni ai propri).



Annunci


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...