Adora Svitak: quello che gli adulti dovrebbero imparare dai bambini

Un bellissimo talk su Ted di Adora Svitak: una blogger di 12 anni

grazie Paolina!

http://video.ted.com/assets/player/swf/EmbedPlayer.swf


Amycanbe – Rose is a rose (peace mix)

http://cache.reverbnation.com/widgets/swf/40/pro_widget.swf


SmartRM per Firefox: la prima applicazione mp21

E' disponibile il plugin Firefox di SmartRM: startup in cui abbiamo investito. Ecco un video che spiega la filosofia del progetto: un DRM per condividere i propri contenuti. Tecnologia mp21, la visione di Leonardo Chiariglione per consentire lo sviluppo di un'ecosistema dei contenuti digitali in grado di garantire i diritti di tutti gli stakeholders, ci ha convinto ad investire in un progetto rischioso ma molto ambizioso.

Il papà dell'MP3 ha fatto nascere un nuovo standard prima in MPEG, successivamente adottato dall'ISO come standard internazionale. MP21 è uno standard di DRM (digital rights management), tanto bistrattate negli ultimi anni. Uno standard che consenta l'interoperabilità su qualunque formato di file e su qualunque tipo di applicazione.

L'idea di SmartRM è di mettere nelle mani degli utenti la potenza del DRM che consente di sviluppare applicazioni di tutti i tipi. Con SmartRM ad esempio è possibile ad esempio condividere un contratto riservato solo con le persone che si decide di autorizzare. Chiunque può condividere il file con chi vuole, ma per poterlo utilizzare occorre avere l'autorizzazione da chi ha emesso il documento.


Annunciata una proposta legge per far partire il venture capital in Italia

Ho avuto il piacere di partecipare ad un dibattito, organizzato ieri da Lo Spazio della Politica, think tank di ragazzi con teste realmente pensanti e idee chiare tenutosi a The Hub, fantastica struttura che ha aperto a Milano nel centro di China Town. 

L'evento è iniziato con dei pitch di StartupToste, alcune anche con interessantissimi scopi di social impact. 

Nel dibattito pensavo di andare incontro al solito panel di over-70 sul futuro tetro dei giovani bamboccioni, e su quanto l'innovazione, parola che comincia a diventare quasi antipatica, sia importante. 

Invece no. Tre parlamentari miei coetanei con cui ci siamo trovati praticamente allineati su tutto. Alla fine del dibattito non ero ancora riuscito a capire chi era PD e chi era PDL, visto che sembravano assolutamente d'accordo sulle cose da fare. Confesso che ad un certo punto ho pensato che fosse una candid camera di qualche reality show.

Alessia Mosca, Beatrice Lorenzin e Sandro Gozi hanno annunciato di voler presentare una proposta di legge a che incentivi in Italia la creazione di nuove startup. Un provvedimento che ha l'obiettivo di sviluppare il venture capital anche in Italia. Così come è stato fatto in Francia, Israele e ormai in molte nazioni di tutto il mondo come Brasile, India ma sempre più spesso anche nazioni come il CIle o la Palestina.

Da quando esiste, circa trent'anni, il venture capital ha generato molte tra le più importanti aziende al mondo. Negli Stati Uniti, circa 40 milioni di posti di lavoro, riguardano aziende con meno di cinque anni di vita.

E' necessario dare linfa vitale alle prossime generazioni che dovranno affrontare una competizione globale e sempre più brutale. Ed è moralmente inaccettabile che la generazione oggi al potere non abbia il coraggio di investire sui propri figli.

Settori come Internet livellano l'accesso alla ricchezza per qualunque comunità remota. Esistono significative opportunità di mercato che oggi sono accessibili. La conoscenza è il vero unico petrolio ecosostenibile. E non c'è assolutamente nessuna ragione per cui queste cose non si possano fare anche in Italia e con successo. Basti la testimonianza di Yoox, unica quotazione in borsa dell'ultimo anno. Una startup Internet, finanziata dal venture capital.

L'iniziativa è assolutamente prioritaria ed è fondamentale però fare bene. Si sta sviluppando in Italia un settore di venture capital e questo è il momento di agire, ma se si sbaglia adesso si rischia di soffocare il bambino ancora prima che riesca a mettersi in piedi.

La proposta dei tre giovani parlamentari è di aprire un largo dibattito sulla rete, appena pronta la prima bozza sarà messa in rete per essere discussa. Ed inizierà l'ascolto.


Una canzone per iniziare la giornata

L'Euro è in bilico, parte una megamanovra, ma sembra un'aspirina data ad un paziente in stato comatoso. La legge bavaglio, le case regalate. E' il caso di iniziare la giornata con la canzone giusta.


Il codice per riprogrammare le cellule è collegato a Internet

Ancora su Craig Venter, qui racconta come sono arrivati a produrre il primo essere vivente sintetico partendo dal suo codice software: il DNA. Si apre una nuova era e già si parla di Venter come possibile Nobel. Interessantissimo un aspetto particolare che racconta in questa presentazione. Il DNA sintetizzato artificialmente ha una sorta di watermark inserito all'interno del codice. In questo modo si potrà distinguere la vita sintetica da quella naturale. 

Nelle stringhe di DNA sintetizzato infatti sono state inserite delle sequenze che possono essere lette e decodificate. Nel codice ad sono inseriti i nomi degli scienziati che hanno codificato il DNA, un indirizzo web,  di posta elettronica e tre citazioni letterarie e filosofiche. 

Il tutto avviene con uno speciale alfabeto che utilizza i 'base pair' come lettere di base.

http://video.ted.com/assets/player/swf/EmbedPlayer.swf


Craig Venter a TEDMED racconta come si sviluppa il software genetico