crowdsourcing work needed: occorre tradurre due pagine

C'è un dibattito in corso che consiglio di seguire qui.

http://eups20.wordpress.com/the-open-declaration/

occorre uno sforzo di crowdsourcing per tradurre il testo in Italiano:

THE OPEN DECLARATION

An Open Declaration on European Public Services

The needs of today’s society are too complex to be met by government alone. While traditional government policies sought to automate public services and encourage self-service, the biggest impact of the web will be in improving services through collaboration, transparency and knowledge-sharing.

Europe should grasp this opportunity and rebuild the relationship between citizens and the state by opening up public institutions and by empowering citizens to take a more active role in public services.

As citizens, we want full insight into all the activities undertaken on our behalf. We want to be able to contribute to public policies as they are developed, implemented, and reviewed. We want to be actively involved in designing and providing public services with extensive scope to contribute our views and with more and more decisions in our hands. We want the whole spectrum of government information from draft legislation to budget data to be easy for citizens to access, understand, reuse, and remix. This is not because we want to reduce government’s role, but because open collaboration will make public services better and improve the quality of decision-making.

Against this background, we propose three core principles for European public services:

1.       Transparency:  all public sector organisations should be “transparent by default” and should provide the public with clear, regularly-updated information on all aspects of their operations and decision-making processes. There should also be robust mechanisms for citizens to highlight areas where they would like to see further transparency. When providing information, public sector organisations should do so in open, standard and reusable formats (with, of course, full regard to privacy issues).

2.       Participation: government should pro-actively seek citizen input in all its activities from user involvement in shaping services to public participation in policy-making. This input should be public for other citizens to view and government should publicly respond to it. The capacity to collaborate with citizens should become a core competence of government.

3.       Empowerment: public institutions should seek to act as platforms for public value creation. In particular, government data and government services should be made available in ways that others can easily build on. Public organisations should enable all citizens to solve their problems for themselves by providing tools, skills and resources. They should also treat citizens as owners of their own personal data and enable them to monitor and control how these data are shared. 

We recognise that implementing these principles will take time and resources as governance mechanisms will have to be adapted, but we believe they should be at the heart of efforts to transform government. Citizens are already acting on these ideas and transforming public services “from the outside”, but governments should support and accelerate this process.

We call on European governments and the European Commission to incorporate these principles in their eGovernment action plans and ensure that Europe’s citizens enjoy the benefits of transparent, participative, empowering government as soon as possible.

Annunci

7 commenti on “crowdsourcing work needed: occorre tradurre due pagine”

  1. emilio ha detto:

    Con l’ausilio di google translator l’ho tradotta alla veloce qui http://docs.google.com/Doc?docid=0Af6F-UdDk08QZGNrOGtkNTJfMTFmM2s5azVkcA&hl=en.
    I punti sottolineati sono quelli che mi convincono di meno.

  2. William ha detto:

    Dichiarazione aperta ai Servizi Pubblici Europei
    I bisogni della società odierna sono toppo complessi perché vengano riscontrati dal governo soltanto. Mentre le tradizionali politiche di governo hanno cercato di automatizzare i servizi pubblici ed incoraggiare il fai-da-te, l’impatto maggiore del web sarà nel migliorare i servizi attraverso la collaborazione, la trasparenza e la condivisione della conoscenza.
    L’Europa dovrebbe cogliere questa opportunità e riformulare la relazione tra cittadini e lo stato aprendo le istituzioni pubbliche e responsabilizzando i cittadini a ritagliarsi un ruolo più attivo nei servizi pubblici.
    Come cittadini, vogliamo vederci chiaro in tutte le attività intraprese per conto nostro. Vogliamo essere in grado di contribuire alle politiche pubbliche per come vengono sviluppate, messe in atto e riconsiderate. Vogliamo essere attivamente coinvolti nella progettazione e nel fornire servizi pubblici di ampia portata secondo il nostro punto di vista e con maggiore controllo decisionale.
    Vogliamo che l’intera gamma dell’informazione di governo a partire dalla bozza legislativa sino ai dati di bilancio siano resi accessibili, comprensibili, riutilizzabili e rimescolabili dai cittadini. Questo non perché vogliamo ridimensionare il ruolo del governo, ma perché una aperta collaborazione renderà migliori i servizi pubblici e ne perfezionerà il processo decisionale.
    A fronte di questo contesto, proponiamo tre principi fondamentali per i servizi pubblici europei:
    1 Trasparenza: tutte le organizzazioni pubbliche di settore dovrebbero essere “trasparenti per definizione” e dovrebbero fornire gli utenti di informazioni chiare ed aggiornate regolarmente in tutti gli aspetti delle proprie operazioni e processi decisionali. Dovrebbero anche esistere robusti meccanismi per i cittadini in cui possano sottolineare aree in cui vorrebbero vedere maggiore trasparenza. Nel fornire informazioni, le organizzazioni pubbliche di settore dovrebbero agire usando formati aperti, comunemente accettati e riutilizzabili (con, naturalmente, piena considerazione delle norme di riservatezza)
    2 Partecipazione: il governo dovrebbe cercare con atteggiamento propositivo il contributo del cittadino in tutte le sue attività a cominciare dal coinvolgimento dell’utente nel modellare servizi sino alla pubblica partecipazione nell’attività politica.
    Tale contribuito dovrebbe essere di dominio pubblico per gli altri cittadini ed il governo dovrebbe pubblicamente risponderne. La capacità di collaborare coi cittadini dovrebbe diventare una competenza fondamentale del governo.
    .
    3 Responsabilizzazione: le pubbliche istituzioni dovrebbero cercare di agire come piattaforme per la creazione di pubblico valore. In particolare i dati del governo ed i servizi del governo dovrebbero essere resi accessibili in modo che gli altri possano facilmente aggiungerne. Le organizzazioni pubbliche dovrebbero mettere in grado tutti i cittadini di risolvere i loro problemi da soli fornendo loro strumenti, competenze e risorse. Dovrebbero anche trattare i cittadini come proprietari dei loro dati personali e dare loro la possibilità di monitorare e controllare come tali dati vengono condivisi.
    Noi riconosciamo che per mettere in atto questi principi occorreranno tempo e risorse in quanto i meccanismi di governo dovranno essere adattati, ma noi crediamo che trasformare il governo dovrebbe risiedere nella sostanza di tali sforzi. I cittadini agiscono già secondo queste idee e trasformando i servizi pubblici “dal di fuori” ma i governi dovrebbero supportare ed accelerare tale processo.
    Noi ci appelliamo ai Governi Europei ed alla Commissione Europea perché incorporino questi principi nei loro piani d’azione di “eGovernment” e si assicurino che i Cittadini europei godano dei benefici di un governo trasparente, partecipativo e responsabilizzato prima possibile

  3. Claudia Albano ha detto:

    Sono una traduttrice/interprete e avrei bisogno di uno sforzo di crowdsourcing per farmi aggiustare i denti
    Qualche dentista?

  4. Paola ha detto:

    anch’io sono traduttrice ma tempo di essere affetta da bradipismo acuto e sono arrivata solo adesso 🙂

  5. Francesco F. ha detto:

    Ho uploadato la mia traduzione stamattina sulla pagina traduzioni di “the-open-declaration”. Ma se ne emerge una migliore ovviamente no problem!

  6. Alberto Cottica ha detto:

    Ehi, grazie a tutti! 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...