demo @reboot

Un ragazzo di poco più di vent'anni ha mostrato un chip RFID che ha costruito. Il sensore consente di rintracciare la propria bici rubata in giro per copenhagen con degli sniffer wireless. Quando lo sniffer rileva uno dei loro chip invia una mail al proprietario con una mappa di dove si trova la propria bici.

Ha lanciato il servizio a Copenhagen regalando i primi 5.000 chip pagati dall'amministrazione pubblica. Un progetto che sarà costato una miseria per fornire un servizio concreto ai cittadini di Copenhagen e con impatto misurabile.

Lo sniffer è open source, chiunque se lo può costruire comprando i pezzi elettronici e montandoli. 

Lo stesso sniffer può però essere utilizzato dalle amministrazioni pubbliche per dare le multe ad esempio, installandoli ai semafori, anche se per il momento l'unica funzionalità prevista è quello di recuperare le bici rubate e dissuadere dai furti.
Annunci

One Comment on “demo @reboot”

  1. Giorgio Dal Pozzo ha detto:

    Vorrei sapere se esistono in commercio degli sniffer wireless che vadano bene per tutti i tipi di RFID.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...