La non interoperabilità dell’amministrazione pubblica

Lo scorso anno ho fatto la pratica per assumere una collaboratrice domestica. La procedura consiste nel compilare una serie di moduli e bollettini e mandare sei copie cartacee con raccomandata A/R a sei amministrazioni diverse. Dopo alcuni mesi non essendo arrivati i bollettini, la mia assistente si mette all’inseguimento della situazione. Ovviamente ci viene subito all’occhio che il processo potrebbe essere semplificato con un singolo, semplice e chiaro, banalissimo FORM su una pagina web e poi un computer che smistasse la ‘pratica’ a quelli delle sei amministrazioni. Con sommo beneficio per l’ambiente e i nostri costi postali. Ma tant’è.

Sono passati sei mesi e ancora non mi arrivano i bollettini a casa per versarle i contributi. Contatta l’INPS, chiama il numero verde, vai all’ufficio dell’impiego, non si riesce a capire cosa si debba fare.

Finalmente la pratica si trova all’ufficio dell’impiego. Non risultava perchè inserita con un errore di digitazione del codice fiscale nel database (…). In effetti ritrovo anche quel bollettino cartaceo della raccomandata A/R per comprovarlo (…).

Avendo potuto provare che la collaboratrice esiste fin dallo scorso anno all’ufficio dell’impiego a questo punto è iniziato un complesso dialogo con l’INPS per poter pagare i contributi e se dovevo pagare una mora, quanto fosse e chi fosse l’ufficio competente dell’INPS per effettuare il calcolo, imputare la pratica sul database dell’INPS e stampare i bollettini postali (…) per poter pagare. Tema peraltro giustamente urgente per questa persona e per me.

Il problema non si è ancora risolto dopo svariate telefonate e incontri a sedi INPS e dell’ufficio impiego. Vicenda da cui ho appreso che:
– il fatto che la pratica è stata correttamente ricevuta da 5 amministrazione su 6 su carta è irrilevante al fine di quella che non ha ricevuto o ha perso la raccomandata A/R. Ovviamente se non puoi provare con il bollettino di carta che l’hai mandata perdi tu.
– paradossalmente da Gennaio di quest’anno le due amministrazioni sono collegate elettronicamente per cui se avessi assunto la collaboratrice a inizio anno la cosa non sarebbe stato un problema. Nel momento in cui viene caricata in un ufficio appare anche negli altri (wow…). Peccato che la pratica l’ho fatta lo scorso anno e quindi dovrò comunque pagare la mora. Come si dice, cornuto e mazziato.
– a completare la vicenda ora siamo all’inseguimento per capire quale ufficio inps è competente per poterci liberare di questo impiccio.

Grazie Lisa, anche per il video, rende l’idea.

Annunci

One Comment on “La non interoperabilità dell’amministrazione pubblica”

  1. Ale ha detto:

    Fantastico! 🙂
    Erano anni che non lo vedevo…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...