Social networking, mass collaboration e crowdsourcing

La cosa che mi ha sempre affascinato del web è che fondamentalmente è uno strumento che mette in collegamento le persone. Il social networking in fondo non ha fatto altro che ingegnerizzare questo processo rendendolo accessibile a tutti noi con strumenti facili da usare. La collaborazione di massa ha poi applicato questo concetto alla realizzazione di obiettivi condivisi (ad esempio scrivere un’enciclopedia…). Da qui il passo verso il crowdsourcing non è stato altro che l’industrializzazione di questo concetto: ‘spacchettare’ un processo in una serie di task, dandoli in pasto a migliaia di utenti per la sua realizzazione.

Su Mechanical Turk una semplice azione (ad esempio taggare una foto o un video) viene remunerato da Amazon (3 centesimi di $ ad esempio per inserire i tag di una foto) e scalato all’infinito ‘crowdsourcizzando’ il lavoro a decine di migliaia di contributori umani. Da sempre si parla di intelligenza artificiale, forse oggi un concetto superato dall’intelligenza collettiva organizzata via web.

Il prossimo passo? Chi lo sa, forse assegnare i task di nuovo a delle macchine?

Annunci

2 commenti on “Social networking, mass collaboration e crowdsourcing”

  1. marco marchetti ha detto:

    Ciao Gianluca.
    Direi che tutto questo e’ molto autonomico, diventeremo tante piccole formiche del web? ….forse lo siamo gia’ 🙂

  2. dgiluz ha detto:

    già… 🙂 chini sulla tastiera al posto dell’aratro


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...