Google censore

Google ha aperto il sito in Cina. L’azienda che ha nel proprio statuto di voler portare tutta l’informazione, a tutte le persone del mondo, in modo da rendere migliore il mondo, applica la censura del Governo Cinese.

Come dimostra il video di CNN, se si fa una ricerca di un gruppo cinese che si batte per la democrazia su Google.com vengono fuori  milioni di pagine, in cui il resto del mondo protesta per la repressione del governo Cinese per soffocare gli impeti di democrazia. La stessa ricerca sulla versione cinese di Google, da poche migliaia di risultati. Ma soprattutto cosa incredibile sono tutti del tenore: represso gruppo di terroristi e così via. Tutte fonti governative, avranno filtrato solo i siti del governo per farlo.

Uscendo dal merito della questione però il problema vero è questo: perchè un atto di censura di queste dimensioni epocali (Google ha miliardi di utenti in tutto il mondo) è possibile? Perchè una questione di questa natura dovrebbe essere trattata a livello di Nazioni Unite.

Per quale ragione il mondo occidentale accetta che per denaro, un’azienda americana potentissima come Google diventi lo strumento tecnologico per imporre la censura al proprio popolo?

Oppure è un servizio che il Governo Americano ha fornito al Governo Cinese, nell’ambito delle negoziazioni sulle relazioni industriali tra i due paesi?


Vladimir Luxuria

Su Matrix, questa sera. Bellissima trasmissione, bravo Mentana. La prima trasmissione elettorale che valeva la pena vedere fino ad oggi nella campagna.
Luxuria parla chiaro, di cose vere e della stupidità dei pregiudizi con un garbo e un’intelligenza rara. 


Flickr

Phyllotaxy Poster, fatto con 1.099 immagini raggruppate in circolo. Tutti i diritti sono stati licenziati e selezionati come favoriti almeno una volta. Alcuni dei più popolari sono sul bordo.

http://www.krazydad.com/phyllotaxy/phyllo_closeup.html


Google vs Microsoft

Google lancia Google Pack, un bundle di software Google, che include Updater, un tool che aggiorna automaticamente il software sul PC con nuove release di Google.


Spot runner

Un sito incredibile dove ci si può fare online il proprio video pubblicitario spendendo 3-400$.


Petizioni online

Move on chiede di firmare petizioni online per spingere il governo a definire un piano di uscita per il 2006. Ci vorrebbe un move on anche in Italia.


The Web Show

Questa sera inauguro un nuovo tag:  "The Web Show". Roba veramente divertente nel senso anglosassone di ‘entertaining’ sul web.

Jerry Time. Un web-programma in cui Jerry racconta la sua vita ma a differenza di qualunque blog del mondo che lo fa con le parole. Lui lo fa con un cartoon, un blog in cui ogni post è un cartone animato della sua vita vera, che è veramente troppo avanti. It’s Jerry Time